Carini, le suore lasciano il Collegio di Maria: l’edificio ospiterà classi dell’IS Ugo Mursia

Per moltissimi decenni si sono occupate di educare intere generazioni di bimbi dai 3 a 5 anni nelle classi della scuola materna allestite nell’antico palazzo del Collegio di Maria, hanno sempre assistito i bisognosi e diffuso la devozione per la Madonna dei casi disperati.

Per carenza di vocazioni religiose e dell’età avanzate delle suore che vi operano, ma Madre Generale e il Consiglio di amministrazione hanno deciso di lasciare la struttura.

Una decisione sofferta che le suore Collegine della Sacra Famiglia sono state costrette a prendere.

L’Arciprete di Carini, Don Giacomo Sgroi, le saluteranno insieme alla comunità parrocchiale e cittadina domenica prossima, 2 Agosto alle ore 18,30, in Chiesa Madre.

“Con tristezza – dice Don Giacomo – accogliamo questa loro scelta. Ringraziamo il Signore per la loro presenza amorevole nella nostra Città di Carini e, soprattutto, per l’educazione religiosa e cristiana offerta ad intere generazioni di bambini.
Ringraziamo le nostre care Suore, Suor Eucaristica e Suor Rita che, seppur in pochi mesi, sono entrate nei nostri cuori per la loro dolcezza e la loro amabilità”.

L’intero complesso del Collegio di Maria – eccetto la Chiesa di S. Caterina ed alcune stanze – che rimane sempre di proprietà delle Suore Collegine, ospiterà gli alunni dell’istituto Superiore Ugo Mursia.

“Per questo confidiamo che – prosegue padre Sgroi – i nostri giovani, studiando in ambienti e luoghi resi santi dalla presenza e dalla preghiera delle nostre Suore, possano custodire con rispetto tutti i locali e possano formarsi secondo i valori cristiani del vangelo. Il Signore Gesù , con l’intercessione della beata Vergine Maria, colmi il vuoto lasciato dalle nostre Suore con il dono di vocazioni religiose alla Sua chiesa- conclude l’Arciprete – suscitando nelle famiglie carinesi nuove chiamate a servire la Chiesa con lo stesso carisma delle Suore Collegine della Sacra Famiglia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.