Cinisi, W la differenza: presentato “Fiore d’agave, fiore di scimmia” di Irene Chias

  “Fiore d’agave, Fiore di scimmia”  è il titolo del libro di Irene Chias edito da Laurana, presentato ieri a Cinisi per dare a battesimo il mini ciclo di incontri dedicato alla lettura consigliata per donne e uomini liberi. Una piccola rassegna letteraria intitolata W la differenza che nasce dalla sinergia fra donne   di diversa estrazione culturale e sociale ed anagraficamente distanti fra loro, che nel costatare simili problematiche legate al ruolo cui la società le ha chiamate a ricoprire e nella difficoltà di comunicazione fra le donne stesse e gli uomini, hanno pensato a tutte quelle letture e non solo, che sono state fondamentali nella loro crescita personale e che sono state un aiuto nel migliorare la loro qualità di vita. Si tratta dell’assessore alla cultura Veruska Pizzo,  del Consigliere Comunale Antonella Candido, della giornalista Eleonora Lombardo, dell’imprenditrice Carla Garamella e della Dott.ssa Giovanna Cossentino.  Insieme sono partite dall’idea di condividere le loro esperienze, anche con l’ausilio di scrittrici che con i loro libri possano facilitare il percorso personale di vita donne ed uomini. Leggere rende liberi, tre appuntamenti per approfondire il valore della differenza. Tre incontri per scoprire cosa c’è nel “corredo letterario” di tre autrici siciliane che hanno fatto dell’affermazione di genere un veicolo di libertà: Irene Chias appunto, Lorena Spampinato e Lina Prosa. Ieri nell’atrio del palazzo comunale era presente anche l’autrice del primo libro presentato, Irene Chias, scrittrice siciliana che oggi vive a Malta. Ha esordito nel 2010 con il romanzo Sono ateo e ti amo, edito da Elliot.  Nel 2013 Mondadori ha pubblicato il suo “Esercizi di sevizia e seduzione” che ha vinto i premio “Mondello opera italiana” e “Mondello giovani” nel 2014. Al nutrito pubblico intervenuto Chias ha raccontato la storia di Adelaide Dattilo,  la scrittrice protagonista della sua ultima pubblicazione “Fiore d’Agave, fiore di scimmia” che trova ispirazione nel paesino siciliano in cui vive la nonna, facendo i conti con le proprie origini e il suo presente. Presenti all’incontro coordinato da Eleonora Lombardo, la maestra di musica Livia Cintioli e la pittrice Giuliana Urso; artiste locali che insieme ad altre saranno testimoni del loro percorso di crescita a Cinisi durante i vari appuntamenti culturali. Venerdì prossimo, nel secondo appuntamento di W la differenza, a presentare il suo libro “Il silenzio dell’acciuga”, sarà l’autrice Lorena Spampinato. Il sindaco Giangiacomo Palazzolo ringrazia le ideatrici della rassegna “segno che  le collaborazioni e la condivisione di capacità ed esperienze comuni tra donne e tra uomini – dice – siano realmente l’unica strada da seguire per un processo di cambiamento sociale e culturale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.