Cinisi, acque agitate in Consiglio Comunale su trasferimento “Aphac” (Video)

Acque agitate, ieri sera, al Consiglio Comunale di Cinisi. L’opposizione, dopo l’apertura della seduta ha chiesto di mettere a votazione   la possibilità di chiarire e discutere la spiacevole polemica degli ultimi giorni, derivata dalla proposta avanzata all’associazione Aphac dagli assessori Leo Biundo e Veruska Pizza di abbandonare con i ragazzi diversamente abili assistiti il centro diurno Antonio Zangara per trasferirsi nel salone comunale o nel cantinato della villa D’Anna confiscata alla mafia. Alternative che per il gruppo consiliare Insieme per Cinisi sono inadeguate.  Inizialmente,  i consiglieri di maggioranza si erano opposti alla possibilità di discutere un argomento che non era stato inserito nell’Ordine del Giorno, ma dopo le continue richieste della minoranza e vista la presenza in aula degli educatori dell’Aphac e di altri cittadini, secondo quanto scrive in una nota il gruppo Insieme per Cinisi,  “alla fine sono stati costretti ad accettarla. Successivamente – prosegue la nota – il vicesindaco Aldo Ruffino si è addossato la colpa dell’accaduto evitando di far parlare in aula i due assessori protagonisti della vicenda. Il suo intervento contraddittorio ha fatto accendere un animato dibattito che ha portato alla sospensione della seduta consiliare e all’allontanamento dall’aula dei cittadini che sono stati seguiti a ruota per protesta dall’opposizione. Sulla vicenda, il vicesindaco Aldo Ruffino, getta acqua sul fuoco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.