Partinico, l’intraprendenza e il coraggio di una donna nel libro “Agata senza gabbia” (Video)

S’intitola “Agata senza gabbia” l’ultimo libro di Maria Grazia Motisi,  per Edizioni Billeci. Il secondo romanzo dell’autrice partinicese,  che ha pubblicato nel 2013  “Spaccapetra”, ha per protagonista  Anna, una donna forte e coraggiosa, la cui vicenda prende l’avvio nella Partinico dei primi anni del Novecento. E’ una donna lontana dai soliti stereotipi sulla condizione femminile dell’epoca, che la vorrebbero sottomessa all’universo maschile. Rimasta da sola a crescere i figli, dopo l’emigrazione del marito per gli Stati Uniti,  Agata si rimbocca le maniche.  Con caparbietà, sfida ogni sorta di pregiudizio e si afferma come donna e negli affari, conquistando una solida posizione economica come proprietaria di un mulino.   

Il libro è stato presentato ieri sera in una location insolita, ma dal forte valore simbolico, U Pantanu tronu, lo slargo con abbeveratoio antistante l’ex mulino Soresi, l’imponente edificio di 4500 metri che sorge in via Maggiore Guida.

  Con l’autrice ne hanno parlato due dirigenti scolastici, Vincenzo Salvia e Gino Chimenti, lo scrittore Salvo Vitale e l’arciprete di Partinico  Salvatore Salvia.

Sull’abbeveratoio di Pantanu tronu, ripristinato per una sera,  Maria Grazia Motisi, come presidente dell’associazione Le Torri, ripone la speranza che possa ritornare presto all’antico splendore.

 di Enrico M. Calagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.