Conferenza dei sindaci, Giovì Monteleone e Santo Cosentino nel comitato esecutivo

Nuovo passo avanti per il completamento degli organi della Conferenza dei Sindaci della provincia di Palermo, presieduta dallo scorso mese di febbraio dal primo cittadino di Corleone Nicolò Nicolosi. Ieri, durante un incontro tenutosi a Palazzo Comitini, sede della Città Metropolitana di Palermo, sono stati eletti per acclamazione i 10 membri del Comitato esecutivo di cui fanno parte tra gli altri: Giovì Monteleone sindaco di Carini per il distretto socio sanitario 34, Santo Cosentino sindaco di Trappeto per il distretto 41 ed Alberto Arcidiacono sindaco di Monreale del distretto 42. Il Comitato resterà in carica 5 anni. L’ultimo passaggio per definire l’organigramma sarà la nomina della Segreteria tecnica.  Il Comitato esecutivo della Conferenza dei Sindaci formula le osservazioni sulla proposta di piano socio-sanitario regionale; provvede all’elaborazione del Piano di Zona e alla definizione delle linee di indirizzo per l’impostazione programmatica delle attività dell’Asp; esamina il bilancio pluriennale di previsione e d’esercizio dell’Azienda sanitaria provinciale; verifica l’andamento generale dell’attività dell’Asp e trasmette le proprie valutazioni e proposte all’Azienda e alla Regione; svolge tutte le attività istruttorie e preparatorie rispetto alle funzioni di competenza della Conferenza. “Stiamo completando tutte le nomine – dice il presidente della conferenza dei sindaci Nicolosi- con l’insediamento della Segreteria tecnica, che avverrà nei prossimi giorni, la Conferenza sarà pienamente operativa. Fornirà atti di indirizzo, controllo e verifica delle attività connesse alla sanità su tutto il territorio provinciale. L’obiettivo è contribuire fattivamente al miglioramento del sistema sanitario, con spirito di iniziativa positivo e costruttivo”.  La Conferenza dei Sindaci è un organo di raccordo tra i Comuni e l’Azienda sanitaria provinciale. Una delle attività fondamentali è la valutazione dell’atto aziendale dell’Asp che organizza la rete ospedaliera sul territorio. Inoltre, dà pareri sul Piano socio-sanitario messo a punto dall’assessorato regionale alla Salute di concerto con quello alla Famiglia. Infine, propone e organizza diverse attività sul territorio e collabora fattivamente con l’Asp per la realizzazione delle sue iniziative. La Segreteria tecnica è l’organismo tecnico per la realizzazione dell’integrazione socio-sanitaria, in ottemperanza alla legge 328/2000, attraverso progetti sovradistrettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.