Lun. Mag 25th, 2020

Carini, precisazioni di Diventerà Bellissima su aiuti alle famiglie

“Le risorse destinate agli Enti Locali con l’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio sono un’anticipazione (pari al 66%) al Fondo di Solidarietà Comunale (FSC), soldi che erano previsti per maggio ma diventeranno da subito disponibili per dare “ossigeno” ai Comuni”. A precisarlo in una nota sono la coordinatrice e il portavoce locale del Movimento Diventerà Bellissima Antonella Troia ed Enrico Vivona. “Riteniamo, tuttavia, opportuno precisare che con tale misura il Governo nazionale eroga liquidità ai Comuni per ordinaria amministrazione, non per aiuti diretti, né tanto meno per cibo e spesa per le famiglie. In tempo di crisi prosegue la nota – va certamente bene tutto, ma capiamo che è una cosa ben diversa dal dare risorse aggiuntive.
Quelle, secondo l’ultimo provvedimento del Governo, ci sono e ammontano a 400 milioni da distribuire ai 7904 Comuni d’Italia.
Una somma enormemente diversa da quella che appare leggendo i titoli dei giornali.
La nostra precisazione non è affatto un tentativo di alimentare polemiche che non devono trovare luogo in settimane di grande incertezza come quelle che stiamo vivendo. Per nostra etica – scrivono ancora Troia e Vivona – abbiamo assoluto rispetto nei confronti delle Istituzioni tutte e dei ruoli e delle prerogative di chi quelle Istituzioni le rappresenta, ma oggi più che mai l’informazione necessita di precisione.
C’è disagio e angoscia, che può tramutarsi in rabbia. E’ bene, dunque, affermare che il messaggio secondo cui i Comuni dispongano di miliardi da dare ai cittadini per fronteggiare l’emergenza Covid, è FALSO.
È VERO, invece, che i cittadini potranno contare su aiuti alimentari e buoni spesa solo nella misura delle risorse in più, quindi aggiuntive, che il Governo nazionale ha messo sul piatto (400 mln). Questa l’analisi dei dati dei provvedimenti nazionali – prosegue la nota – Ieri, alcune ore prima del decreto del Presidente Conte, il Governo Musumeci ha stanziato 100 milioni di euro per assistenza alimentare alle famiglie siciliane più disagiate tramite i Comuni. Di questi, ben 800 mila spetteranno al Comune di Carini.
Siamo convinti che nella Solidarietà non possa esserci competizione, ma siamo soddisfatti che la Sicilia sia un modello e dia la linea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.