Mer. Apr 1st, 2020

Castellammare del Golfo, un mantello con le stoffe dei fedeli per ringraziare la Madonna

Raccontare e regalare un ricordo, un’emozione, racchiusa in un pezzetto di stoffa cucito con altri, a formare un mosaico di sentimenti per avvolgere la Madonna in un manto di inestimabile valore: un patchwork di emozioni e fede che, con pezzi di abiti da sposa, tute da lavoro, vestiti dei bambini e qualsiasi altro ritaglio di stoffa che ha valore per chi lo dona, sarà cucito a misura di Maria Santissima del Soccorso, patrona di Castellammare del Golfo. Un simbolo di unione in un’epoca di grandi divisioni. Il «manto della Madre» sarà confezionato esternamente dalle suore di Clausura ed internamente composto dai frammenti di sentimenti di chi deciderà di donare un pezzetto della sua vita: mettendo la stoffa in appositi raccoglitori posti nelle chiese parrocchiali aggiungendo, se si vuole, il nome del donatore o un pensiero che ne spiega il significato. L’iniziativa è dell’associazione «Quantummari», che intende offrire alla patrona di Castellammare un grande “manto della Madre ”. «Questo dono rappresenterà un simbolo della protezione esercitata da «la Beddra Matri», che ciascuno implora per sé e per le persone care- spiega Baldo Sabella, presidente dell’associazione «Quantummari»- divenendo anche espressione della comunione di un popolo che, aspirando a ricucire le divisioni, ritrova la propria vera unità nell’abbraccio di misericordia della Regina del Soccorso». Così il manto esternamente sarà di un tessuto prezioso, confezionato dalle clarisse povere di santa Chiara di Alcamo e internamente da piccole tessere di stoffa che sarte locali cuciranno insieme. Chiunque lo desidera, infatti, potrà donare un pezzetto di stoffa che rappresenta un momento significativo della sua vita o di qualcuno che desidera affidare a Maria (ritagli da abiti da sposo/sposa, da tute di lavoro, da lenzuola, vestiti dei figli…). I ritagli di stoffa potranno essere consegnati, entro il 13 maggio (festa della Madonna di Fatima), negli appositi contenitori delle chiese ma anche inviati per posta. Il 13 luglio il manto sarà solennemente donato alla Madonna del Soccorso che, secondo la devozione, nella stessa data del 1718, con una schiera di angeli, salvò Castellammare facendo allontanare le navi che bombardavano la cittadina. Per ringraziare la patrona, il popolo castellammarese le donerà frammenti più preziosi dei diamanti, cucendole addosso indelebili emozioni di fede che la avvolgano nello stesso manto con cui protegge il popolo che la ama ed invoca.

DI ANNALISA FERRANTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.