Gio. Apr 9th, 2020

Balestrate, i dettagli della presunta violenza sessuale commessa da due studenti di Partinico e Giardinello

È stata la giovanissima vittima, una studentessa diciassettenne di Balestrate, ad avere avuto il coraggio e la forza di raccontare ai genitori la terribile vicenda che aveva vissuto e di parlare quindi della violenza sessuale subita. Da qui, la denuncia ai carabinieri che hanno avviato le delicate indagini. L’autorità giudiziaria ha condiviso il quadro probatorio costruito dai militari ed ha emesso l’informazione di garanzia nei confronti dei due studenti, un diciannovenne di Partinico e un ventenne di Giardinello, entrambi incensurati. I due, avrebbero prima fatto beere la ragazza e poi, approfittando del suo stato di alterazione psicofisica dovuta alla somministrazione di sostanze alcoliche, l’avrebbero violentata all’interno di un’abitazione di Partinico, nella disponibilità degli stessi giovani. La denuncia era stata presentata a luglio dello scorso anno e ora la procura della Repubblica presso il tribunale di Palermo, condividendo l’esito delle indagini espletate dai carabinieri della compagnia di Partinico, ha emesso il provvedimento per l’ipotesi di reato di violenza sessuale in concorso nei confronti dei due studenti che, all’epoca,  dei fatti avevano rispettivamente 18 e 19 anni, mentre la vittima solo 16.  Da quanto ricostruito, la ragazzina aveva conosciuto i due studenti tramite un’amica comune. A maggio dello scorso anno si sarebbero incontrati per uscire a mangiare in pizzeria. Un normalissimo rapporto di amicizia che stava nascendo tra quasi coetanei. La sedicenne si sarebbe fidata di loro,  non immaginando minimamente quello che invece le sarebbe accaduto di lì a poco. A distanza di due mesi dalla conoscenza e quindi dalla frequentazione, dopo una serata passata tra locali, i due studenti avrebbero portato la minorenne in un’abitazione di Partinico, dove prima l’avrebbero indotta a bere sostanze alcoliche fino a perdere qualsiasi forma di reazione. Quindi, questa è adesso la pesante accusa di cui devono rispondere, avrebbero abusato di lei. La minorenne, durante la presunta violenza sessuale, non sarebbe stata più perfettamente cosciente per l’effetto dell’alcol. Pare che dopo la violenza subita, sarebbe stata riaccompagnata a casa da uno dei due stessi ragazzi, destinatari oggi dell’informazione di garanzia emessa dalla Procura di Palermo con l ’invito a nominare un difensore di fiducia.

DI GRAZIELLA DI GIORGIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.