Gio. Apr 9th, 2020

Presepi viventi, a Terrasini e Torretta scene di fine ottocento (VIDEO)

Niente pastori o donne che lavano i panni. Quello di Palazzo d’Aumale a Terrasini è un presepe alternativo, che pur non staccandosi troppo dalla sua ricostruzione scenica offre però personaggi tutt’altro che convenzionali: pittori, damigelle, venditori di frutta e verdura sono solo alcuni dei protagonisti della natività di Gesù in questo presepe vivente giunto oramai alla sua terza edizione. Tutta da vedere anche per pura semplice curiosità la ricostruzione personale di questo paesaggio: ad essere stata costruita una cornice ottocentesca frutti della personale interpretazione della natività che è stata messa in scena dal solito vulcanico assessore al Turismo Vincenzo Cusumano, con l’appoggio dell’associazione “Arcobaleno” e di tante altre realtà ma anche da semplici cittadini che, ognuno per le proprie possibilità, ha contributo alla sua realizzazione. Prossime apertura del presepe vivente domani e domenica, ed ancora l’1, il 4, il 5 e 6 gennaio dalle 18 alle 23,30 con ingresso gratuito. Il presepe vivente rivive anche a Torretta in questi giorni ed è giunto alla VI edizione. L’evento, realizzato dall’associazione “N’Capu u Cummuni” in collaborazione con le associazioni locali, è ambientato anche in questo caso nella Sicilia di fine Ottocento, tra la vetuste case del Borgo Antico del paese che prende inizio dalla via Montello e si caratterizza per la presenza di una lunga scalinata. In questo incantevole luogo, circondato da vecchie case, vengono riprodotte scene di vita del passato con la rappresentazione degli antichi mestieri siciliani. Ogni scena che viene allestita fa parte di un percorso di avvicinamento alla capanna della Natività. Il presepe vivente di Torretta, con i suoi tanti figuranti, animerà la festività natalizia di vita vera e reale ed i visitatori che percorreranno le stradine del borgo, si sentiranno parte di questo mondo antico. Dopo l’inaugurazione di ieri si replica domenica 29 dicembre e il 6 gennaio, dalle ore 16 alle ore 20. Durante la manifestazione sono previste degustazioni di prodotti tipici locali, diversi per ogni data: il 29 dicembre si terrà la sagra della “Faccia di Vecchia” (pizza tipica di Torretta) e il 6 gennaio sarà la volta della Sagra dei Dolci Torrettesi. Ingresso con offerta libera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.