Dom. Mag 31st, 2020

San Giuseppe Jato, stalking ed estorsione: chiesto giudizio immediato per Nicolò Terrasi

Giudizio immediato per il 50enne di San Giuseppe Jato Nicolò Terrasi, accusato di tentata estorsione e stalking San Giuseppe Jato. Avrebbe perseguitato, come scrive il Giornale di Sicilia, un  quarantaduenne a cui avrebbe chiesto continuamente piccole somme di denaro.  La richiesta è del procuratore aggiunto Annamaria Picozzi e del sostituto Giorgia Righi. Nicolò Terrasi, lo scorso mese di ottobre era stato sottoposto al divieto di avvicinamento alla vittima dal gip Walter Turturici. Misura che avrebbe però violato per continuare a tormentare l’uomo, finendo così in manette.     L’inchiesta è nata dopo la denuncia della vittima, un quarantaduenne anch’egli di San Giuseppe Jato, impaurito e costretto a barricarsi in casa per il timore di ritrovarsi davanti Terrasi. Le pressioni, infatti, sarebbero andate avanti per diversi mesi, almeno dallo scorso mese di maggio, senza alcun motivo apparente. Terrasi che avrebbe approfittato della fragilità della vittima, avrebbe iniziato a fermare per strada il quarantaduenne e a chiedergli 10, 20, 50 euro. Con atteggiamenti minacciosi, secondo l’esposto, lo avrebbe anche seguito per strada e deriso davanti a tutti in un bar.   Una situazione di vessazioni e angherie insostenibili per la vittima che, comunque, non gli avrebbe mai dato soldi a Terrasi. Se accolta la richiesta del giudizio immediato, l’imputato rischia di saltare l’udienza preliminare e di essere  processato per tentata estorsione e stalking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.