San Cipirello, piove a scuola, chiuso un piano a Dalla Chiesa, doppi turni

Le abbondanti piogge del fine settimana hanno creato ulteriori disagi alla scuola Dalla Chiesa di San Cipirello, già parzialmente chiusa da mesi per infiltrazioni d’acqua piovana al primo piano. Ieri mattina, dopo i temporali, l’acqua aveva raggiunto anche il piano terra, attraverso il vano scala. Da qui l’allarme lanciato dal personale scolastico, che ha avvisato il comando di polizia municipale e la locale caserma dei carabinieri. Così, dopo il sopralluogo congiunto di vigili urbani, ufficio tecnico e carabinieri, è stato dato il via libera ai primi interventi urgenti sul tetto. Il progetto è già pronto da alcuni giorni. Così come annunciato dai commissari straordinari durante l’incontro tenutosi mercoledì scorso con i genitori degli alunni. Da mesi l’istituto comprensivo è, infatti, costretto ai doppi turni con gravi disagi per allievi, insegnanti e famiglie. In una nota stampa l’ingegnere Marisa Bellomo, nuovo responsabile dell’Area tecnica del Comune, fa sapere: «L’infiltrazione d’acqua piovana proviene dall’insufficienza dei pluviali a ricevere le acque meteoriche e dal probabile sollevamento della guaina isolante. Pertanto nell’immediato si provvederà ad un primo intervento in emergenza». In pratica verranno modificati i pozzetti per consentire il deflusso delle acque di ristagno. Ad eseguire gli interventi sarà la ditta locale «Nania Vincenzo». Nel frattempo è partita anche l’indagine comunale per accertare eventuali responsabilità da parte di chi, negli ultimi anni, ha eseguito i lavori sul tetto della scuola elementare. «Verranno convocate le imprese esecutrici degli interventi precedentemente realizzati – fanno sapere dal Comune – al fine di contestare eventuali vizi occulti delle opere effettuate». Negli ultimi 5 anni il plesso scolastico di via Baccarella ha beneficiato di due importanti interventi: l’efficientamento energetico e la sistemazione della copertura. Questi ultimi lavori, costati circa 300 mila euro, sono stati eseguiti nel 2016, con l’amministrazione guidata da Antonino Giammalva. Nel 2018 però, dopo alcune infiltrazioni d’acqua, l’allora sindaco Vincenzo Geluso affidò ad altre due imprese locali alcuni interventi di manutenzione. Tutte le tre imprese verranno convocate dai Commissari straordinari che si sono insediati in seguito allo scioglimento per mafia del Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.