Dom. Mar 29th, 2020

Giardinello, raid vandalico alla scuola media A.Manzoni. Trafugati 6 notebook (Video)

Hanno agito di notte, indisturbati, i malviventi che si sono introdotti al plesso Giovanni Falcone dell’Istituto Comprensivo Alessandro Manzoni di Giardinello. Un’azione violenta quella messa in atto dai barbari di turno che non si sono limitati a trafugare beni materiali, ma si sono anche dilettati ad arrecare danni, imbrattando pareti con i colori a tempera, mettendo a soqquadro e rompendo gli scaffali degli armadietti dei docenti, srotolando della carta igienica lungo i corridoi. Non solo, hanno pure tolto un Crocifisso da una classe, immergendolo nella tazza di un water, mentre la statua di una Madonnina l’hanno collocata davanti l’ascensore. Un atto sacrilego di dubbio gusto che ha creato particolare sgomento al collaboratore scolastico che questa mattina, all’apertura del plesso, ha trovato l’amara sorpresa. Il bidello ha subito allertato il sindaco Antonio De Luca che si è recato sul posto, insieme ai carabinieri della stazione di Montelepre che indagano sull’accaduto. La banda ha portato via dalle aule un totale di sei notebook; computer portatili utilizzati per le attività didattiche nelle classi della media. La conta dei danni è ancora in corso. Il personale amministrativo della scuola è impegnato a determinarne la stima. Niente lezioni per tutti gli alunni, questa mattina, per consentire ai militari di eseguire serenamente i rilievi di rito. La scuola è stata chiusa, mentre docenti, personale di segreteria e collaboratori scolastici coadiuvano gli investigatori, in attesa di ripristinare le condizioni minimedi sicurezza per poter riaprire l’istituto. Adesso toccherà agli investigatori  scoprire chi siano stati gli autori dell’incursione che ha scosso l’intera comunità. La scuola non è dotata di videosorveglianza, ma nelle vicinanze potrebbero esserci  analoghi impianti, le cui registrazioni potrebbero favorire le indagini. Sia il sindaco di Giardinello Antonio De Luca che, il dirigente scolastico Tiziana Cannavò esprimono sdegno ed amarezza per quanto accaduto e per i disagi che l’episodio ha inevitabilmente creato agli alunni.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.