Mer. Apr 8th, 2020

Partinico, 20enne fugge al posto di blocco e si schianta

Era senza patente e quando è incappato nel posto di blocco ha tentato di scappare per evitare di essere multato. Un pomeriggio di paura a Partinico, dove un giovane che non si è fermato all’Alt dei carabinieri per un normale controllo dell’auto e si è dato ad una rocambolesca fuga, ha messo in pericolo l’incolumità sua e delle altre persone nella zona di viale Aldo Moro. Una fuga che poteva trasformarsi in strage, considerato che il mezzo con cui è andato a sbattere contro la vetrina di un negozio e contro un’autovettura in sosta, era munito di impianto a gas. Luca Musso, 20 anni, nato a Palermo ma residente a Partinico, viaggiava in compagnia della madre. Secondo gli investigatori avrebbe voluto evitare il controllo perché la Fiat Punto, condotta dal giovane, era sprovvista di assicurazione e non aveva la patente di guida perché mai conseguita. Sapeva che se fosse stato fermato dai militari sarebbe scattata una multa e per questo avrebbe fatto la scelta peggiore: scappare davanti a un posto di blocco. Ed è, infatti, scattato l’arresto da parte dei carabinieri della compagnia di Partinico pr l’aiuto pizzaiolo, dalla fedina penale immacolata. È successo lunedì pomeriggio, nel transitatissimo viale Aldo Moro, quando il ragazzo, per sfuggire al controllo, non si è fermato all’alt intimato dai carabinieri e si è dato a una repentina fuga con a bordo la madre terrorizzata. La sua utilitaria è andata prima a impattare contro un veicolo parcheggiato sulla strada e successivamente contro la vetrina di un esercizio commerciale, mandandola in frantumi. Da ciò l’arresto per danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, e guida senza patente. L’arrestato è stato sottoposto inizialmente agli arresti domiciliari. Dopo l’udienza di convalida il giudice per le indagini preliminari ha disposto nei confronti di Musso l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.