Dom. Mar 29th, 2020

Borgetto, in restauro il miracoloso quadro originale della Madonna del Romitello (Video)

Il venerato quadro originale della Madonna del Romitello è in restauro. I padri Passionisti che custodiscono il Santuario, hanno ottenuto il nulla osta dall’Ufficio Beni Culturali della Curia Arcivescovile di Monreale, guidato da Don Pietro Macaluso, per poter procedere al certosino intervento che, verrà eseguito da Belinda Giambra. Si tratta di un’artista che da anni si impegna a preservare e portare allo splendore originario le opere pervenute da committenti pubblici e privati. Belinda Giambra, infatti, opera attraverso uno studio metodologico dei materiali e delle tecniche di lavorazione, mirato ad approfondire le pratiche di realizzazione d’origine dell’opera. I lavori di restauro procederanno con l’alta sorveglianza della sovrintendenza ai beni culturali di Palermo che ha autorizzato la richiesta pervenuta dai Padri Passionisti. Gli stessi, mesi fa, avevano riferito all’Arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennisi che, la prodigiosa immagine della Vergine Santissima nella forma della pietà, fosse danneggiata in alcune parti, a causa dell’erosione del tempo e, che necessitasse di un delicato restauro conservativo. Da lì l’avvio di tutto l’iter procedurale per le autorizzazioni necessarie e per l’individuazione dell’artista a cui commissionare il lavoro. Il quadro originale risalente alla seconda metà del 400, rappresenta la deposizione di Gesù dalla Croce sulle ginocchia di Maria, ai piedi della quale ci sta un angioletto che sembra non credere alla verità del dramma. Lo stesso, venne fatto realizzare dall’eremita benedettino Beato Giuliano Majali , quale frutto di una sua visione in meditazione. Dopo alcuni fatti straordinari accaduti nei secoli successivi, questo quadro della Madonna del Romitello, il 31 agosto del 1896, venne dichiarato miracoloso dalla Curia di Monreale. Adesso c’è attesa tra i fedeli e i devoti della prodigiosa immagine, venerata nel Santuario di Romitello, quest’ultimo meta, ogni 10 maggio, di migliaia di pellegrini che, già dall’alba si mettono in cammino di preghiera per raggiungere il luogo santo. L’auspicio è che i lavori di restauro possano essere completati e consegnati già per quella data.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.