Capaci, patto dei Sindaci per il clima e l’energia, ok del Cons. Com. per l’adesione

Il Consiglio Comunale di Capaci ha deliberato l’adesione al Patto dei Sindaci per il clima e l’energia, promosso dall’Unione Europea, per ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera sul proprio territorio e quindi contribuire alla lotta contro il surriscaldamento globale.
L’obiettivo è la riduzione del 40% delle emissioni di gas che alterano il clima entro il 2030, in particolare attraverso una migliore efficienza energetica e un maggiore impegno di fonti di energia rinnovabili. Il massimo consesso civico ha dato mandato al Sindaco Pietro Puccio di sottoscrivere il formulario di adesione disposto dalla Commissione Europea, e contestualmente il Comune di Capaci viene vincolato a redigere il Piano di Adesione per l’Energia Sostenibile e il Clima, cosiddetto PAESC. A tal fine, già all’indomani della deliberazione di adesione al Patto dei Sindaci, il Sindaco Pietro Puccio ha inoltrato al Dipartimento regionale dell’Energia la richiesta di concessione del contributo regionale previsto dal Decreto legislativo 908 del 2018, per partecipare al bando finalizzato a finanziare l’adozione del PAESC da parte dei comuni siciliani. Il programma di finanziamento a titolarità regionale, ha l’obiettivo di sostenere la transizione energetica dei comuni dell’isola, attraverso alcuni interventi, come : dotare ogni comune di un Energy Manager, esperto in gestione energetica responsabile di comprendere e guidare il risparmio energetico nelle amministrazioni locali, promuovere pratiche di autoconsumo e la produzione di energia da fonti rinnovabili, analizzare e monitorare i dati sui consumi, stilare un piano energetico comunale. L’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Pietro Puccio ha già messo in atto altri interventi che migliorano la qualità ambientale e l’impatto della città dal punto di vista dell’emissione dei gas serra, dalla sostituzione delle luci dei lampioni stradali con lampadine a led all’ordinanza che pone il divieto, a decorrere dal prossimo 1° febbraio, dell’uso di buste e stoviglie di plastica, impegnando a rendere Capaci “comune plastic free”, ossia libero dalla plastica, tra i primi in Sicilia, in linea con le direttive della commissione europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.