Montelepre, disposta chiusura temporanea della materna di via Guarino

Chiusa temporaneamente la scuola materna Maria Immacolata di via Tenente Guarino a Montelepre. La decisione del sindaco Maria Rita Crisci arriva dopo l’ennesima protesta messa in atto dai genitori degli alunni preoccupati per le continue infiltrazioni d’acqua nell’edificio. Il primo cittadino ha messo nero su bianco, in un’ordinanza, le motivazioni che l’hanno spinta ad adottare il drastico provvedimento e cioè, consentire l’esecuzione dei lavori necessari per ripristinare le condizioni ottimali di salubrità degli ambienti. Il plesso scolastico in questione è stato oggetto di recenti lavori di efficentamento energetico che, hanno interessato anche la copertura dell’edificio. La ditta che si è aggiudicata l’appalto, lo scorso anno è più volte intervenuta per sistemare la guaina d’impermeabilizzazione del tetto, ma tuttavia i problemi si sono ripetuti. Ieri mattina, quando i bimbi sono arrivati a scuola, pioveva acqua dal soffitto all’ingresso della struttura. Le insegnanti hanno subito informato il dirigente scolastico Fiippo Terranova che, a sua volta, si è premurato di allertare il Comune. Sul posto è intervenuto l’Architetto Enrico Minafra, capo dell’ufficio tecnico dell’ente locale, il quale ha riscontrato la necessità di disporre interventi urgenti sulla guaina di copertura dell’edificio ed alcuni lavori di ripristino di danni provocati da precedenti infiltrazioni d’acqua. Le mamme,stanche dell’atavica problematica, hanno deciso di rivolgersi pure ai carabinieri della locale stazione, mentre i vigili del fuoco del distaccamento di Partinico sarebbero stati chiamati da una docente. Le forze dell’ordine sono intervenute per i rilievi di rito, mentre i pompieri, dopo un attento sopralluogo, non avendo riscontrato problemi strutturali tali da imporre la chiusura della struttura, hanno suggerito al Comune di Montelepre di interdire esclusivamente l’area dell’ingresso dell’edificio e, di utilizzare in alternativa, le vie di accesso secondarie presenti nell’edificio, per fare entrare i bambini nelle rispettive aule. Ciò nonostante, il sindaco Crisci, dopo avere contattato la ditta che ha eseguito i lavori ed avere ottenuto rassicurazioni dalla stessa che dovrebbe effettuare in tempi brevissimi gli interventi necessari, ritenendo incompatibile l’esecuzione dei lavori con le attività didattiche, ha deciso di chiudere temporaneamente la scuola che, tornerà fruibile non appena sarà risolto definitivamente il problema. Da oggi i bambini sono a casa e vi resteranno fino a quando, di comune accordo con la dirigenza scolastica, non verrà trovata una soluzione alternativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.