Montelepre, denunciato dai carabinieri il presidente del “Partinicaudace”

Denunciato il presidente della società sportiva “ Partinicaudace” Salvatore Campione,64 anni, di Partinico, commerciante , incensurato. I carabinieri della stazione di Montelepre, dipendente dalla compagnia di Partinico, a conclusione di serrate indagini hanno deferito in stato di libertà Campione, detto Salvo, perché in qualità di presidente della società sportiva, lo scorso 29 settembre avrebbe consentito l’ingresso presso il campo sportivo di Montelepre ad almeno 80 spettatori, nel corso dell’incontro di calcio “ Partinicaudace- Mazara”( partita valida per il campionato regionale d’eccellenza), nonostante l’inagibilità della gradinata. Ciò in violazione dell’autorizzazione rilasciata per l’occasione dal Comune Monteleprino, che a tutela dell’incolumità pubblica, gli avrebbe intimato di far svolgere l’evento agonistico a porte chiuse e senza la presenza di pubblico sugli spalti. Da ciò la denuncia all’autorità giudiziaria, di cui il dirigente asserisce “ di non sapere nulla”. “ Sto apprendendo della notizia soltanto adesso- dice Salvatore Campione”, sentito ieri telefonicamente. “Durante la partita Partinicaudace -Mazzara –racconta – ero nel rettangolo di gioco, quando sono arrivati i vigili urbani e mi hanno fatto notare che gli spettatori avevano invaso la gradinata. Io non mi ero accorto della loro presenza perché davo loro le spalle. Ho collaborato con la polizia municipale per far sgomberare la gradinata e fare uscire fuori dal campo sportivo il pubblico. Quindi, la partita è proseguita regolarmente. Di altro non so. Questa , comunque, non vuole essere assolutamente una giustificazione. Per me tutto si era chiuso lì, con lo sgombero del campo sportivo. Certo non avrei immaginato che la vicenda fosse proseguita con una denuncia nei miei confronti. Sabato scorso- aggiunge – abbiamo nuovamente giocato al comunale di Montelepre con il Castelbuono e la partita si è svolta regolarmente a porte a chiuse, senza alcun problema . Campione è presidente del Partinicaudace dallo scorso 24 luglio ed ha preso il posto di Antonella Radicelli che si è dimessa. Anche lo stadio comunale “ Giuseppe La Franca” di Partinico, non ha l’agibilità per la gradinata e quindi le partite in casa non si possono disputare. L’amministrazione comunale si sta attivando per ottenere l’agibilità almeno pe una parte degli spalti , ossia per 200 persone . Intanto lo stesso Particaudace nei giorni scorsi ha manifestato all’amministrazione comunale l’intenzione di Partinico di poter giocare le partite in casa a porte chiuse, in attesa dell’agibilità della gradinata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.