Aeroporto, il neo presidente Gesap Giuffrè annuncia le novità programmatiche

Potenziare il collegamento ferroviario tra l’aeroporto Falcone e Borsellino e l’area metropolitana di Palermo, ripristinare il volo diretto con New York, ristrutturare l’intero terminal, con un ampliamento della superficie disponibile di circa 15 mila metri quadrati verso il mare e verso le piste e adeguare le strutture alle più recenti normative anti-sismiche. Sono le priorità su cui il nuovo presidente della Gesap, Tullio Giuffrè, intende lavorare per rendere lo scalo palermitano ancora più competitivo, emesse da un’intervista che il successore di Fabio Giambrone ha rilasciato a Live Sicilia. Ingegnere trasportista, docente universitario di Strade, ferrovie ed aeroporti ed ex assessore di Leoluca Orlando al comune di Palermo, Tullio Giuffrè pensa che l’aeroporto di Cinisi abbia tutte le carte in regola per affrontare le sfide del trasporto aereo ed annuncia che entro marzo del prossimo anno, potranno partire i cantieri per l’ammodernamento deò terminal, che solo nel mese di settembre ha visto transitare più di 5 milioni di passeggeri. Lo scalo, attualmente è al terzo posto nella top five degli aeroporti europei tra i 5 e i 10 milioni di passeggeri l’anno in termini di incremento di traffico, i primi tra gli scali italiani di queste dimensioni. E un altro dato rilevante riguarda la percentuale di incremento del traffico aereo internazionale su Punta Raisi, che è pari a oltre il 23%”. Giuffè annuncia a Live Sicilia di voler anche potenziare l’offerta delle rotte pure durante la stagione invernale, garantendo all’aeroporto di conseguire risultati importanti anche durante i mesi considerati di basso traffico. Proseguiranno i contatti istituzionali con Trenitalia, visto che l’offerta del collegamento ferroviario con Palermo e l’area metropolitana deve essere potenziata, in modo che gli utenti possano arrivare in aeroporto in tempo per i voli, ma non escludiamo anche altre forme di collaborazione a favore dei passeggeri. Allo stesso modo la Gesap si farà parte attiva per riprendere, insieme ad Anas, il potenziamento del collegamento autostradale tra la città e l’aeroporto per la realizzazione della terza corsia tra Tommaso Natale e Punta Raisi. Inoltre entro un mese verrà pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse per la realizzazione gestione di un albergo da 40 camere che sorgerà all’interno dell’area aeroportuale, nei locali ex Enac. Infine, il neo presidente della Gesap spiega che “il volo per New York è stato tagliato da Palermo e da Napoli perché Air Italy, ex Meridiana, ha deciso di creare un hub a Milano. Per recuperare la tratta, la società ha cercato subito nuovi partner tra cui, come annunciato dal direttore generale di Gesap Natale Chieppa, Topjet, una compagnia anglo-indiana che fa base a Brescia e che si è detta disponibile a far ripartire il collegamento con la Grande Mela, cosa che noi speriamo di poter attivare la prossima primavera. Ma abbiamo interlocuzioni anche con altre compagnie americane”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.