Rimosse altre 10 tonnellate di rifiuti allo Zucco, il sindaco di Carini: “gli altri comuni non collaborano”

Diffondi la notizia

Chi sbaglia, paga. Chi getta rifiuti in contrada Zucco non la passa liscia. E così dopo un nuovo controllo della Polizia municipale di Carini sono stati individuati altri incivili. La zona è quella nei pressi  dello svincolo autostradale di Montelepre e Giardinello, a pochi chilometri da Borgo Parrini, al confine con Partinico.

“I nostri vigili urbani – afferma il sindaco Giovì Monteleone – hanno trovato elementi che fanno risalire a farabutti inquinatori, residenti nei comuni limitrofi, fra i quali addirittura una ditta di smaltimento rifiuti. Nonostante il territorio esteso e l’esiguo organico di polizia Municipale composto da 16 vigili urbani facciamo quello che possiamo . Non siamo nelle classifiche dei comuni “virtuosi” – afferma Monteleone – ma a Febbraio abbiamo raggiunto il 58% della raccolta differenziata e a Marzo il 69% e considerato il contesto in cui operiamo (territorio estesissimo , vittima di alcuni sconsiderati villeggianti del fine settimana, di gentaglia e delinquenti seriali che non vogliono fare parte della società civile) facciamo del nostro meglio per tenere sotto controllo la situazione affinché non degeneri e non ritorni al degrado in cui l’abbiamo trovato al nostro inizio mandato.”

I responsabili dell’abbandono dei rifiuti si vedranno recapitare la sanzione. Già in passato sono state decine le persone multate, tutte residenti tra Giardinello, Partinico, Montelepre e Terrasini.

Nella zona sono stati effettuati nuovamente i lavori di bonifica. Sono stati rimossi ben 10 tonnellate di rifiuti indifferenziati che probabilmente non sono stati abbandonati da cittadini carinesi, considerato che il centro abitato di Carini è molto distante e che per i residenti della zona “è stato attivato – dice il sindaco – il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti differenziati. Alcuni mesi fa abbiamo fatto un incontro tra comuni limitrofi e la città metropolitana di Palermo per collaborare nel tenere pulita e controllata la zona , ma il nostro Comune è il solo a operare in frustrante solitudine.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.