Il nuovo Questore di Palermo Renato Cortese si propone di catturare il boss Matteo Messina Denaro

Si è insediato il nuovo Questore di Palermo Renato Cortese che, considera il capoluogo siciliano un po’ casa sua.

Infatti, per Cortese, si tratta di un ritorno, essendo stato capo della squadra Catturandi che, l’11 aprile del 2006, arrestò il super latitante corleonese Bernardo Provenzano dopo 43 anni di latitanza.

Fu l’arresto del capo di Cosa Nostra a fargli guadagnare la nomina di primo dirigente. Da Palermo nel 2007 passò alla Mobile di Reggio Calabria. Da maggio 2012 a marzo 2015 ha diretto la squadra mobile di Roma, poi ha assunto l’incarico di direttore della Sco.

Originario di Santa Severina nel Crotonese, Renato Cortese è entrato in polizia nell’89. Durante il suo lavoro nella squadra Mobile di Palermo, ha fatto finire in carcere mafiosi del calibro di Giovanni Brusca, Benedetto Graviano, e persino Gaspare Spatuzza.

Adesso, si propone di catturare il boss di Castelvetrano Matteo Messina Denaro, su cui la soglia di attenzione resta altissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.