Assegnato il “Papiro”, bene confiscato alla mafia sulla spiaggia di Guidaloca

Sarà un’associazione temporanea di scopo composta dalle coperative Trinacria Elix di Calatafimi–Segesta (capofila), Migma di Bagheria e Mediria di Lentini a gestire il “Papiro” a Castellammare del Golfo. Dopo due tentativi di gara andati deserti, l’amministrazione Coppola ha affidato in concessione d’uso a titolo gratuito, il bene confiscato alla mafia sulla spiaggia di Guidaloca, ed assegnato all’ente locale nel 2004. L’altra associazione che aveva presentato richiesta al Comune ha consegnato la documentazione oltre la data di scadenza, che era stata fissata per il 17 giugno. Si tratta al momento di un’aggiudicazione provvisoria perché quella definitiva sarà effettuata con atto di giunta comunale cui farà seguito la stipula della concessione in uso. «Siamo davvero lieti di aver restituito alla collettività il bene confiscato alla mafia a Guidaloca -afferma il sindaco Nicolò Coppola-. L’ex “Papirolandia” è un patrimonio di cui si deve poter disporre per questo abbiamo prima revocato la concessione di utilizzo all’associazione che non poteva più occuparsene e poi predisposto il bando per l’affidamento al quale nessuno ha partecipato neanche quando abbiamo riaperto i termini. Siamo soddisfatti del fatto che questo ulteriore tentativo di assegnazione sia andato a buon fine e adesso passeremo all’aggiudicazione definitiva perché si possa riusufruire al più presto del bene».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.