Premio Internazionale “Mons Aures” all’imprenditore italo-canadese Lino Saputo

Diffondi la notizia

Anche Lino Saputo, questa mattina, ha preso parte alla cerimonia che il Comune di Montelepre ha organizzato alla Torre Ventimiglia per conferire la cittadinanza onoraria a suo figlio Joey.

Visibilmente commosso, Lino Saputo non ha potuto fare a meno di ricordare la sua storia di emigrazione.

Quarto genito di 8 figli, insieme ai fratelli e alla madre Maria Cucchiara, Lino, nell’inverno del 1952, all’età di 15 anni, raggiunse il padre, Giuseppe Saputo, emigrato 2 anni prima a Montreal, nel Quebec.

Per i primi 6 mesi, pianse tutte le sere. Arrivato nella stagione delle nevi, oltre a soffrire la nostalgia di casa, piangeva soprattutto nel vedere suo padre ammazzarsi di lavoro nel settore della costruzione. Fu a lui che venne l’idea di convincere il padre a ricominciare a fare i formaggi e, quindi, a svolgere in Canada lo stesso mestiere che faceva prima di lasciare Montelepre.

Destinò i primi 500 dollari messi da parte per acquistare le attrezzature necessarie e, nonostante Giuseppe Saputo fosse inizialmente contrario, non potè fare altro che cedere alle insistenze del figlio Lino e ad avviare, così, il nuovo progetto che, ben presto si trasformò in una nella più grande industrie casearie, la Saputo Inc, che ancora oggi da lavoro a 15 mila dipendenti.

Lino Saputo è azionista in diverse multinazionali e il suo giro d’affari annuo è di 11 miliardi di dollari canadesi.

Un successo raggiunto grazie alla sua inarrestabile tenacia e grande intelligenza. Un patrimonio immenso di cui va fiero, tanto quanto delle proprie origini.

Il suo cordone ombelicale non si è mai staccato dalla madre patria, e l’amore per i suoi compaesani con cui è sempre generosissimo, lo rende ancora più nobile.

A Lino Saputo, nel corso della cerimonia di oggi, l’Associazione Arca ha consegnato il Premio Internazionale di Cultura Mons Aures.

GUARDA IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.