Mar. Apr 7th, 2020

Balestrate. Ordinanza musica, il sindaco: “modifiche solo se convincenti”

“Se le attività commerciali mi portano una proposta valida sono pronto a valutarla” Lo dichiara il sindaco di Balestrate Salvatore Milazzo contattato telefonicamente in merito all’ordinanza firmata due giorni fa che regola la movida notturna. Le disposizioni decise dal primo cittadino hanno scatenato un vespaio di polemiche, soprattutto dai titolari di locali notturni, che si sentono fortemente penalizzati. L’ordinanza infatti prevede la possibilità di organizzare serate di intrattenimento fino all’una di notte, ma senza amplificazione sonora. Una batosta pesantissima per i locali che sopratutto d’estate vivono di musica, organizzando piccoli concerti live all’aperto e animando le serate nel centro storico. L’amplificazione è concessa solo all’interno dei locali, a patto che la musica non si senta dall’esterno.

Un’ordinanza molto restrittiva dunque, considerando che d’estate nessuno organizza concerti all’interno dei pub. Ieri pomeriggio il sindaco Milazzo ha incontrato al municipio i titolari delle attività commerciali che hanno chiesto a gran voce modifiche all’ordinanza.

Il primo cittadino però si dice convinto di aver fatto la scelta giusta. “Non ci può essere ordinanza migliore di questa, non credo che possa essere migliorata” dichiara Milazzo difendendo il suo provvedimento. “Siamo già in piena estate e la gente lamenta la musica ad alto volume durante la notte. Dobbiamo rispettare le norme, ognuno non può fare quello che vuole. L’ordinanza così come è stata concepita – spiega il sindaco – permette di organizzare serate musicali. Ci sono strumenti infatti che non necessitano di amplifacazione.” Il sindaco poi ha aperto uno spiraglio su possibili modifiche. “Se i titolari dei locali mi portano una proposta valida sono pronto a valutarla, ma deve rispettare le norme e non disturbare la quiete pubblica.”
E i commercianti si stanno già organizzando in tal senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.