Esplode l’allarme igienico sanitario a Capaci, raccolta dei rifiuti ferma

Diffondi la notizia

Emergenza rifiuti a Capaci. Montagne di immondizia invadono le strade della cittadina balneare.
L’aria è appestata da odori nauseabondi e le alte temperature di questi giorni peggiorano la situazione.

L’Asp 6 ha già dichiarato lo stato di allarme igienico-sanitario e il sindaco Sebastiano Napoli, di fronte l’impossibilità dell’Ato Rifiuti Palermo 1 di garantire i mezzi necessari per la rimozione dell’immondizia, ha dato disposizioni agli uffici preposti di ricorrere all’art. 191 del decreto legislativo n. 152/2006.

La norma, consente, al primo cittadino, l’adozione di un ordinanza contingibile ed urgente, per tutelare la salute pubblica e l’ambiente, affidando il servizio ad una ditta esterna.

Non è così fiducioso l’assessore all’ambiente Roberto Tarallo. Da tempo, in conflitto con alcuni funzionari dell’ente locale, dice di dubitare che gli stessi, stavolta, seguano le indicazioni dell’amministrazione comunale.

GUARDA IL SERVIZIO

aiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.