Diabete, scontro Cracolici-Candela sui microinfusori (video)

Diffondi la notizia

Duro scontro, anche con possibili risvolti giudiziari, tra il parlamentare del Partito democratico Antonello Cracolici e il direttore dell’ Asp di Palermo Antonio Candela. Al centro della vicenda il contratto – scaduto a luglio – tra l’azienda sanitaria e la ditta per la fornitura dei microinfusori per i bambini diabetici assistiti dal servizio pubblico sanitario. Si tratta di apparecchi che servono a regolare i valori nei bambini. Vengono impiantati all’ospedale di Partinico che rifornisce pure il civico, il policlinico e Villa sofia di Palermo. Ma da luglio, si fa fatica ad avere questi microinfusori perché la gara non è stata rinnovata. Il caso è stato sollevato da Cracolici che ha rivelato pure, di aver inviato diversi messaggi sms a Candela per avere informazioni. Il deputato ha aggiunto pure di essere venuto a consocenza del fatto che il direttore dell’Asp lo avrebbe denunciato per pressioni indebite sulla gara di appalto.

“Non parlo di gare in corso”, dichiara il direttore dell’Asp Candela. “Nessun disservizio è stato mai segnalato dal Referente Unico della Diabetologia dell’Asp di Palermo, Dott. Vincenzo Provenzano, sull’assistenza a bambini ed adulti e  in particolare sui microinfusori, né sono mai pervenute segnalazioni in merito dagli utenti” si legge in una nota di replica inviata dall’Asp a firma dello stesso Candela, di Antonio Guzzardi Direttore amministrativo e Giuseppe Noto Direttore sanitario.

aiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.