Ven. Apr 10th, 2020

Scomparsa Denise, la madre: “Io vado avanti fino alla fine

“Con dolore ho appreso e prendo atto di questa nuova intercettazione che è di una gravità non indifferente”. Lo scrive sul suo blog Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, la bambina sparita da Mazara del Vallo il primo settembre 2004, commentando un’intercettazione venuta fuori a sorpresa nel processo d’appello per la scomparsa della figlia.

Venerdì scorso, davanti la terza sezione della Corte d’appello di Palermo, nel corso del dibattimento che vede imputata Jessica Pulizzi per concorso in sequestro di minorenne, il perito Massimo Mendolìa ha rivelato il testo di una intercettazione inedita dell’11 ottobre 2004. Nella conversazione si sente Jessica che dice alla sorella minore Alice: “Eramu n’casa… a mamma l’ha uccisa a Denise”.

La mamma sarebbe Anna Corona, anche lei già indagata per concorso in sequestro di minorenne, ma la cui posizione è stata, poi, archiviata su richiesta della Procura di Marsala, che la scorsa settimana, però, proprio sulla base di questa nuova intercettazione, ha avviato un’indagine contro ignoti per omicidio.  “Allo stato – continua – questo confermerebbe ulteriormente il coinvolgimento di Jessica Pulizzi e della sua famiglia. Io vado avanti sino alla fine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.