Dom. Mag 24th, 2020

VIDEO Presentato il libro“Don 3P…un sorriso che converte”

“Non possiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati. Si riparte ogni volta. Dobbiamo avere umiltà, coscienza di avere accolto l’invito del Signore, camminare, poi presentare quanto è stato costruito per poter dire: sì, ho fatto del mio meglio”.

Sono le parole di Don Pino Puglisi, assassinato nel settembre del 1993 nel quartiere palermitano di Brancaccio, dove operava.

Beatificato il 25 maggio 2013, padre Puglisi si è battutto affinchè i giovani di quel rione prendessero le distanze dalla mafia, la stessa che poi lo uccise.

Gli insegnamenti di don Pino però non sono morti con lui, vivono ancora grazie al centro di accoglienza “Padre Nostro” di Brancaccio e grazie a chi di Pino Puglisi continua a parlarne e magari anche a scriverne…

L’ultima pubblicazione sul parroco antimafia è di Vincenzo Bussa e si intitola “Don 3P…un sorriso che converte”. Il libro è stato presentato venerdì scorso a Montelepre durante una conferenza celebrativa sul Beato Pino Puglisi.

L’iniziativa, ospitata nella cripta della parrocchia di Santa Rosalia, è stata organizzata dalla deputazione del “Cristo morto” in collaborazione con il Sacro ordine Costantiniano di “San Giorgio” l’associazione Gesù di Nazareth e il Movimento cittadino Cultura Sviluppo e Legalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.