CORLEONE. CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO IN UN BENE CONFISCATO ALLA MAFIA

Diffondi la notizia

Si è riunito in seduta straordinaria e in uno dei beni confiscati alla mafia, il consiglio comunale di Corleone, presieduto da Mario Lanza. In contrada Drago, all’agriturismo Terre di Corleone i lavori d’aula –ospitati in quello che fu il regno di Totò Riina- si sono concentrati sulle questioni relative ai beni confiscati alla criminalità organizzata. Dopo l’emendamento alla Finanziaria 2010 approvato al Senato che intende mettere in vendita i beni confiscati alla mafia per utilizzare i fondi per attività sociali, Corleone e i comuni del Consorzio sviluppo e legalità hanno fatto sentire la loro voce, che si è aggiunta al coro di protesta che si è alzato da associazioni come Libera. I PARTICOLARI NEL TG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.