TERRASINI. CRITICHE DELLA SINISTRA SUL DEGRADO AMBIENTALE

Diffondi la notizia

Abbiamo denunciato e continuiamo a denunciare il degrado  del nostro  territorio che aumenta giorno dopo giorno. Occorre una verifica capillare per capire quanto c’è da fare per l’ambiente e per la salute dei cittadini. A screverlo in una nota è la sinistra terrasinese. Nel documento si evinche che basta farsi un giro per le contrade del territorio per riscontrare abbandono e degrado come nel caso di contrada Ramaria, nei pressi della discarica degli inerti, dove un ammasso di lastre ondulate di eternit sotto i cavalcavia dell’autostrada, spazzatura e detriti accanto ai cassonetti deturperebbero la periferia e le vicinanze dei plessi turistici alberghieri. La sinistra terrasinese scrive poi della Riserva di Capo Rama per la quale nessun provvedimento, ne di abbattimento dei ruderi abusivi rimasti alla corrosione del mare ne un progetto presentato per la bonifica dell’area, risulterebbe agli atti. Sono rimaste inascoltate di recente anche le segnalazioni del personale responsabile del WWF di Terrasini. Torre Toledo, versa in condizioni d’instabilità statica e di degrado. Villa Fassini, invece, – prosegue la nota della sinistra terrasinese – ha un presente ed un futuro d’abbandono. Dopo una ristrutturazione conservativa che ha risaltato le qualità artistiche ed architettoniche dell’edificio non è visitabile e non è stata resa fruibile dai Cittadini come edificio pubblico. Nel documento la sinistra terrasinese elenca poi una serie di inefficenze che la Giunta Consiglio avrebbe collezionato non occupandosi di abusivismo, dei servizi essenziali come le sepolture, dei precari, della disoccupazione, del turismo.

Ma il Sindaco Mimmo Consiglio, terrasinese doc, non doveva essere l’uomo della svolta politica amministrativa ed economica di una Nuova Terrasini? Si chiede la sinistra terrasinese che conclude scrivendo che i bilanci si fanno alla fine e che se il suo operato dovesse essere paragonato ad una mano di pocker, la sua giocata protrebbe essere definita un bluff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.