ALCAMO. I RITI DELLA SETTIMANA SANTA

Venerdì prossimo 10 aprile in occasione della tradizionale processione del Cristo Morto e dell’Addolorata ad Alcamo, il gruppo giovani della parrocchia “Sant’Oliva” ha realizzato un grande croce di legno, simile a quella delle Giornate Mondiali della Gioventù ( ( m 3,50 X2), che sarà portata in processione davanti al gruppo di Gesù Morto. La croce è sovrastata da un arcobaleno che porta il messaggio “Cristo è la nostra speranza. No alla  droga, no all’ alcol, no all’egoismo”. E’ un segnale forte quello che vogliamo lanciare, che i giovani vogliono lanciare  – spiega il parroco don Saverio Renda – il disagio giovanile nella nostra città attanaglia il cuore di tutti. Vogliamo lanciare un appello alla famiglie: diamoci da fare, svegliamoci. A tutti vogliamo dire di guardare la croce simbolo universale di violenza e di umiliazione ma anche di misericordia e amore senza limiti, di vita che vince sulla morte”. La processione partirà intorno alle ore 17.30 dalla parrocchia Sant’Oliva e attraverserà tutto il centro storico raggiungendo anche le aree di Porta Trapani e Porta Palermo. Ad organizzarla è la congregazione dell’Addolorata. I confrati accompagnano il gruppo del Cristo Morto mentre le donne, le consorelle, il gruppo della Madonna Addolorata. La processione viene tradizionalmente seguita da circa 6mila fedeli e si conclude la sera del venerdì santo intorno alle ore 23.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.