Conclusa la sessione invernale della Conferenza Episcopale Siciliana

Presso la Sede di Palermo si è svolta la Sessione invernale della Conferenza Episcopale Siciliana. Ha presieduto i lavori S. E. Mons. Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale. 

In apertura dei lavori i Vescovi, in comunione con il Santo Padre Francesco e con tutta la Chiesa, hanno ricordato la figura del Papa emerito Benedetto XVI, ringraziando il Signore per il ministero petrino di così grande Pastore che con il suo luminoso magistero e la sua guida sapiente ha edificato il popolo di Dio.

Il Presidente, dopo le comunicazioni all’assemblea dei vescovi, ha salutato S.E. Mons. Salvatore Rumeo, Vescovo eletto di Noto, che per la prima volta partecipava ai lavori della Conferenza. Mons. Rumeo ha ringraziato dell’accoglienza ed ha comunicato che l’Ordinazione Episcopale avrà luogo sabato 18 marzo alle ore 10,30 nella Cattedrale di Noto.

La prima parte dei lavori è stata dedicata alla lettura ed approvazione del verbale della seduta precedente.

1. Cammino sinodale in Sicilia

I Vescovi Mons. Guglielmo Giombanco e Mons. Cesare Di Pietro hanno relazionato sull’Assemblea ecclesiale regionale programmata per i giorni 13-14 ottobre 2023, tappa significativa del cammino sinodale delle Chiese in Sicilia. I due vescovi hanno proposto i contenuti e il metodo con cui dovranno svolgersi i lavori. Centro dell’assemblea dovrà essere il confronto nei gruppi sinodali costituiti da vescovi, presbiteri, diaconi, consacrati e laici aiutati da una griglia di domande. Ogni diocesi avvierà la fase di preparazione nel prossimo tempo pasquale con tematiche comuni. Presto si riunirà una commissione per elaborare le linee operative.

2. Tribunali Ecclesiastici

Il Referente CEI per i Tribunali della Sicilia, Mons. Antonino Legname, è intervenuto ai lavori per presentare il quadro dei Tribunali Ecclesiastici della Regione, dopo la promulgazione del Motu Proprio Mitis Iudex e la soppressione del Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Siculo. Questa la nuova composizione: 10 Tribunali Diocesani (Agrigento, Caltanissetta, Cefalù, Messina, Nicosia, Noto, Patti, Piazza Armerina, Ragusa, Siracusa) e 3 Tribunali Interdiocesani (Mazara-Trapani, Acireale-Caltagirone-Catania, Palermo-Monreale-Piana degli Albanesi). Ha inoltre illustrato le modalità di rendicontazione delle attività che ciascun Tribunale è tenuto a presentare al Presidente della CESi e alla CEI in base alla popolazione e al numero di cause trattate.

3. L’Accesso delle donne ai Ministeri istituiti del Lettorato e dell’Accolitato e sul ministero del catechista

I Vescovi Mons. Giuseppe La Placa, nella qualità di Delegato per la Liturgia e Mons. Rosario Gisana, Delegato per la Dottrina della fede e la Catechesi, dopo una consultazione con i rispettivi Uffici regionali, hanno elaborato alcune linee di riflessione sull’argomento che hanno proposto ai Vescovi. Mons. La Placa, alla luce del Motu Proprio Spiritus Domini di Papa Francesco, ha evidenziato il fondamento battesimale dei ministeri istituiti finalizzati alla missione evangelizzatrice della Chiesa. Ha inoltre fatto riferimento alla nota ad experimentum della CEI sui ministeri istituiti del 5 giugno 2022. Ha poiricordato la lunga storia della scuola di formazione ai ministeri della diocesi di Palermo e quella appena avviata dalla diocesi di Catania. Mons. La Placa ha infine fornito i dati regionali: complessivamente nelle 18 diocesi operano 291 lettori (di cui otto donne) e 604 accoliti istituiti (di cui quattro donne).

Mons. Gisana, ripercorrendo anch’egli i documenti del Magistero, ha messo in evidenza le difficoltà riguardanti l’identità dei ministeri istituiti del lettorato e dell’accolitato specie nel raccordo con il ministero di catechista, che sarà istituito, e con il ruolo dei ministri straordinari della comunione. Il vescovo ha poi espresso la necessità di ripensare, come Chiese di Sicilia, criteri e percorsi comuni per un adeguato discernimento sui candidati ai ministeri istituiti: il senso di comunità (dimensione ecclesiale); individuare i soggetti di tale discernimento; la maturazione umana dei candidati. Poi ha esplicitato gli elementi identitari dei tre ministeri e delineato i modi e i tempi della formazione.

Dopo ampia discussione l’assemblea dei Vescovi ha incaricato Mons. La Placa e Mons. Gisana di elaborare linee comuni da presentare ed approvare nella prossima sessione della Conferenza.

4. Centro Madre del Buon Pastore

Don Antonino Sapuppo, Direttore Centro Madre del Buon Pastore per la formazione permanente del clero, ha illustrato ai Vescovi il percorso formativo del Centro per l’anno 2023 che è ispirato al discorso che il Santo Padre Francesco ha rivolto ai Vescovi e ai sacerdoti di Sicilia lo scorso 9 giugno 2022 in occasione della XXX Giornata Sacerdotale Mariana svoltasi a Roma. Il tema generale del suddetto percorso è “Chiamati ad abbracciare” (“noi pastori siamo chiamati ad abbracciare fino in fondo la vita di questo popolo”). Il corso sulla riconciliazione, che si svolgerà a Catania dal 6 al 9 febbraio p.v. avrà come tema “Vicinanza, compassione, tenerezza”. Il corso sulla Parrocchia si svolgerà a Caltanissetta dal 27 febbraio al 2 marzo ed avrà come tema “Il parroco uomo del dono”. Oltre agli incontri per i delegati alla formazione dei diaconi e i presbiteri don Sapuppo ha comunicato il programma completo che riguarda anche le riunioni dei diaconi permanenti e la festa regionale dei diaconi che si svolgerà a Siracusa domenica 2 luglio. Previsto anche il cantiere sinodale per i membri dei Consigli presbiterali delle Chiese di Sicilia (2-3 maggio) su temi di bioetica.

5. Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia

Rosario Pistone o.p., Preside della Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia S. Giovanni Evangelista, ha relazionato sulle attività della Facoltà svolte nell’anno 2022. Il Preside ha evidenziato come, nonostante la pandemia, il ricorso alle piattaforme multimediali ha consentito la realizzazione dei progetti già avviati: per la cattedra di Filosofia il progetto “Pensare la complessità: la lezione di Italo Calvino sulla Molteplicità”; il colloquio Biblico “Dell’incontro tra civiltà e della persecuzione religiosa. 1-2 Maccabei: Tradizione, redazione, teologia”. P. Pistone ha informato che il lavoro di revisione degli Statuti, avviato a seguito della promulgazione della Costituzione Apostolica Veritatis Gaudium è stato concluso ed approvato ad experimentum dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica. È attualmente in corso la revisione degli statuti degli Istituti Superiori di Scienze Religiose.

Tra le novità, il Preside ha segnalato l’approvazione da parte della Congregazione per l’educazione Cattolica del corso di laurea congiunto, a seguito della convenzione stipulata con l’Università di Palermo, in “Religioni e Culture” (LM 64). Si tratta del primo corso di studio magistrale interateneo, a carattere internazionale e titolo congiunto dell’ordinamento statale italiano. Infine P. Pistone ha elencato i numeri di docenti e studenti della Facoltà e degli Istituti aggregati per l’anno accademico 2021-2022.

Dopo il confronto e gli interventi, i Vescovi hanno chiesto di dedicare nella prossima sessione, una riflessione più ampia sulla presenza e le attività formative delle Istituzioni teologiche in Sicilia.

6. Causa di Beatificazione

Su richiesta dell’Arcivescovo di Palermo, S.E. Mons. Corrado Lorefice, i Vescovi hanno dato parere favorevole all’avvio della Causa di Beatificazione di fra’ Gregorio (Matteo) La Grua o.f.m. conv.

7. Osservatorio socio-politico

Il Dr. Renato Meli, coordinatore dell’Osservatorio socio politico della CESi ha presentato ai Vescovi una bozza di Regolamento dello stesso Osservatorio che verrà aggiornato con i suggerimenti forniti dai Presuli delle Chiese di Sicilia e approvato nella prossima sessione della Conferenza.

8. Bilancio preventivo

È stato presentato ed approvato dall’assemblea dei Vescovi il Bilancio preventivo della Conferenza Episcopale per l’anno 2023.

9. Deleghe

I Vescovi hanno assegnato la Delega per il Laicato a S.E. Mons. Salvatore Rumeo, vescovo eletto di Noto.

10. Nomine

I Vescovi hanno provveduto alla nomina di don Ignazio Carrubba, della Diocesi di Caltanissetta, a Delegato Regionale della Federazione tra le Associazioni del Clero Italiano (FACI).

11. Varie

I Vescovi hanno apprezzato l’iniziativa del “Movimento per la Vita” di Palermo circa la realizzazione di un Hospice perinatale e pediatrico e auspicano che il servizio sanitario nell’Isola si rafforzi, soprattutto nelle aree interne e nelle isole minori perché ad ogni persona sia garantito il diritto alla salute, come sottolineato dal Presidente della Repubblica nel messaggio augurale di fine anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy