Cattura Matteo Messina Denaro, accertamenti su altri tre covi scoperti tra Campobello e Torretta Granitola

Gli investigatori sarebbero sulle tracce di altri tre diversi covi che sarebbero stati nella disponibilità di Matteo Messina Denaro, catturato lunedì scorso dopo 30 anni di latitanza.

I tre covi sarebbero stati trovati in altrettante case ritenute al momento “sospette”, due sempre a Campobello di Mazara: in via Selinunte, in via Galileo Galilei è un altro a Torretta Granitola in via del Faro. Tutti siti non distanti dagli immobili già individuati subito dopo la cattura. 

Intanto il gip Fabio Pilato, accogliendo la richiesta del Pm della Dda di Palermo Piero Padova, ha disposto la custodia cautelare in carcere per Giovanni Luppino, l’agricoltura indicato come autista del boss arrestato lunedì insieme al capomafia. È astato lui ad accompagnare il boss alla clinica Maddalena dove è scattato il blitz.

Luppino, nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto in flagranza, avrebbe negato di essere stato a conoscenza dell’identità del “passeggero”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy