Sport-Calcio, brutta prestazione dell’Alcamo al ritorno al Catella

Il ritorno allo stadio comunale Lelio Catella per l’Alcamo calcio doveva essere una festa, invece la festa l’ha fatta il Carini approfittando della più brutta prestazione stagionale. In pochi si sono salvati e tutti, senza esclusione alcuna, hanno contribuito alla sconfitta.

L’inno dell’Alcamo, la musica, i bimbi dell’Adelkam, le ‘vecchie glorie’ a salutare i protagonisti di oggi, la troupe di AM Service. Tante iniziative per accogliere il pubblico recatosi all’impianto sportivo riaperto dopo lungo tempo. È peró mancata quella squadra che nelle ultime sei giornate di campionato aveva fatto sognare i tifosi:.

Tante le attenuanti. L’aver provato pochissimo il fondocampo del ‘Catella’, la pesantezza del terreno ancora bagnato dalla pioggia, l’emozione per avere il pubblico di casa dopo ben tre mesi, la paura di rovinare quella che doveva essere una festa.

Per un verso o per l’altro l’Alcamo ha tirato in porta una volta sola (parata del portiere ospite)  mentre in un altro paio ha indirizzato il pallone di poco oltre la traversa. Il Carini invece è stato subito pericoloso e poi ha capitalizzato al massimo le due occasioni avute. Calo di concentrazione o esagerata tensione? Errato aporoccio alla gara o errata lettura del match? Arbitraggio così e cosí? Ospiti che hanno messo in campo attributi e furbate del mestiere?

Di tutto un po’ in una giornata in cui pochissimo ha funzionato per l’Alcamo proprio quando non doveva accadere e proprio contro quel Carini, ex squadra di Virga, che gia lo scorso anno aveva violato il ‘Catella’. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy