Montelepre, I Ventimiglia ridanno vita alle stanze della Torre quattrocentesca (Video)

La Corte dei Ventimiglia ha ridato vita nel fine settimana alle stanze dell’omonima torre che domina il centro storico di Montelepre con una cena conviviale in festa natalizia che verrà replicata il 23 e il 26 dicembre e il 6 gennaio.

L’evento promosso dall’associazione locale de I Ventimiglia presieduta da Zenap Chaudry, inserito nel cartellone degli appuntamenti del Natale monteleprino, segue la rievocazione storica della scorsa estate.

Al banchetto regale i figuranti in costume d’epoca hanno ridato vita al Vescovo di Monreale Giovanni Ventimiglia, al suo casato nobiliare, a cui appartenne l’allora feudo di Munchilebbi, e a tutti i personaggi storici che passarono dalla quattrocentesca Torre Ventimiglia, imponente fortilizio che l’alto prelato vi fece edificare con il benestare del Re Alfonso V di Aragona detto il magnanime, per la peculiare posizione geografica del feudo finalizzato a consolidare la giurisdizione vescovile in un’area nodale al confine tra la feudalità laica e il regio demanio.

Tra i personaggi di spicco rappresentati dal gruppo storico de I Ventimiglia, oltre a quelli già mensionati,  la moglie del Re Alfonso V, Maria di Castiglia del casato di Trastámara, la Badessa Maria De Alaymo, Isabella Ventimiglia, cugina dell’arcivescovo di Monreale,  Ludovico Vernagallo che fu l’amante della Baronessa di Carini Laura Lanza di Trabia uccisa dal padre proprio per l’adulterio commesso,  Pietro Formica, i casati di  Opezinghis e dei Bellacera.

Danze e canti medievali eseguiti a corte rendono suggestiva la rappresentazione.

Sempre nell’ambito delle iniziative di fine anno, anche l’Auser ha voluto dare il proprio contributo avviando la vendita di creazioni artigianali, il cui ricavato verrà interamente devoluto a persone che ne hanno bisogno.

di Loredana Badalamenti

play-sharp-fill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy