Cinisi, raccolta fondi per il giardino della memoria di Casa Felicia

Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato apre un crowdfunding per completare il giardino della memoria. Bisogna acquistare alberi da frutto e piante aromatiche che saranno dedicati a vittime di mafia e a chi ha speso la propria vita per contrastare il fenomeno. L’iniziativa riguarda il bene di contrada Napoli confiscato a Tanto Badalamenti e per cui vi è in atto un contenzioso tra il comune di Cinisi assegnatario del bene e il figlio  del boss che ne rivendica la restituzione essendo lascito di una zia.

“ Chiediamo – scrive l’associazione in una nota – di coltivare insieme a noi memoria e impegno sostenendo la nascita e la crescita del Giardino della Memoria che da un anno gestiamo affinché resti alla collettività. Ogni albero sarà dedicato a vittime di mafia e oppressione e a chi ha speso la propria vita per combatterle”.

Al progetto collaborano le Cooperative Noe e Ciauli, con il supporto degli agronomi Ninni Conti e Francesco Marino.  “Abbiamo piantumato i primi alberi di ulivo e coinvolto tanti giovani nel lavoro di allestimento con diversi interventi artistici – scrive ancora Casa Memoria – adesso siamo pronti a creare un giardino didattico delle biodiversità con alberi da frutto e piante aromatiche, per custodire la memoria e coltivare i germogli di un futuro migliore, attraverso il racconto e la riscoperta di gusti e odori ormai perduti, utilizzi ancestrali, storie antiche che congiuntamente alla storia di Peppino Impastato e di Casa Memoria, potranno definire un percorso di impegno contro globalizzazione, mercificazione e appiattimento del mercato agricolo, dando valore a gesti e fatti che insegnano una via alternativa, fondata sul rispetto della natura e dei valori umani, per il bene comune. Chiediamo di contribuire alla nascita del Giardino della memoria e dell’impegno di Casa Felicia. Abbiamo bisogno di acquistare piante ed attrezzature e di provvedere alla sua cura e mantenimento, per questo facciamo appello alla generosità di tutti: piantiamo insieme germogli di bellezza, seminiamo sogni e speranza, coltiviamo memoria e impegno. Chiediamo di essere protagonisti di questo progetto: ogni sasso, zolla, foglia, fiore, frutto sarà parte di un noi”.

Il giardino sarà inaugurato il 7 dicembre alle ore 15, in occasione del 18esimo anniversario della scomparsa di Felicia Bartolotta e, diventerà una nuova tappa dei percorsi didattici di Casa Memoria. Per sostenere il progetto versare una quota a propria scelta per piante aromatiche/attrezzi/mantenimento del giardino per almeno un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy