La conta dei danni per il fuoco di ieri a Carini, Capaci e Giardinello

Sono decine gli incendi che per tutta la giornata di ieri segnata dall’allerta arancione hanno impegnato squadre dei vigili del fuoco, forestali e protezione civile in tutta la provincia di Palermo. Il rogo più devastante quello divampato lungo le aree che delimitano l’autostrada Palermo-Mazara del Vallo nei territori di Carini e Capaci, dove il traffico è rimasto bloccato per diverse ore. Il fronte del fuoco sarebbe partito da un’area poco distante dal centro commerciale Poseidon. Le fiamme sono arrivate fin all’autostrada. Scongiurato ogni pericolo con l’intervenendo dei vigili del fuoco e degli operai dell’Anas. Un altro rogo ha interessato un appezzamento di terreno che insiste nei pressi del torrente Ciachea. Fuoco pure nell’area industriale, dove è andato distrutto un capannone lungo la strada statale 113. Incendio pure a Giardinello, in contrada Partadinello dove sono andati in fumo diversi ettari di macchia mediterranea. A Capaci è stato  necessario fare evacuare ben 30 abitazioni presso il Villaggio Leone e in Via Lipari. Sul luogo sono prontamente intervenuti gli uomini della forestale, la protezione civile locale e  quella di Carini, oltre a tre squadre dei Vigili del fuoco, di cui una proveniente da Trapani. Contemporaneamente un altro incendio è stato appiccato in zona Zercate per il quale il sindaco di Capaci Pietro Puccio ha richiesto l’intervento di un canadair,   ma molti si trovano già impegnati a sedare le fiamme divampate nel corleonese, al bosco di Ficuzza. Uno è arrivato perfino da Ciampino per fronteggiare l’emergenza. “Nei confronti delle nostre terre e delle nostre comunità è in atto un vero e proprio attacco, operato da mani assassine e scellerate – ha affermato il primo cittadino di Capaci – ringraziamo tutte le forze dell’ ordine scese in campo per aiutarci, in particolare i nostri Vigili e Carabinieri”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy