Brooklyn NY, il club dei carinesi d’America ha festeggiato il SS. Crocifisso (Video)

Sentimenti di fede e devozione hanno animato le celebrazioni religiose organizzate,     dal  Club dei Carinesi d’America per il Santissimo Crocifisso, protettore della città di origine. Il sodalizio presieduto da Vito Badalamenti, insieme all’amministrazione,  ieri ha reso omaggio  al simulacro custodito nella storica sede del club fondato nel 1959   a Brooklyn, NY, dove per l’occasione è arrivato l’Arciprete di Carini don Giacomo Sgroi, socio onorario e guida spirituale del club. I soci fondatori, devoti al Santissimo Crocifisso, protettore della città natia, raccolsero numerose offerte tra i tanti compaesani che nel dopoguerra si stabilirono negli Stati Uniti d’America, per creare un luogo di ritrovo dove portare avanti le proprie tradizioni e creare una dimora fissa in cui venerare il simulacro di Cristo in Croce. Da mezzo secolo, i carinesi d’America, nella sede di seventh avenue di Brooklyn, hanno un vero e proprio punto di riferimento. Uomini, donne e bambini, organizzano insieme eventi di vario genere: da appuntamenti religiosi a momenti ricreativi, festeggiando e rievocando tutte le ricorrenze del paese di origine per trasmetterle alle nuove generazioni. La festa del Santissimo Crocifisso rappresenta il momento clou delle attività svolte dalla comunità italo-americana. Ogni anno, così, come succede a Carini, rinnovano u’antico rito, portando in Processione, per le strade di Brooklyn, il Santissimo Crocifisso. Un appuntamento che richiama centinaia di carinesi sparsi in tutti gli Stati Uniti d’America. Ieri mattina le donne del club guidate dalla presidente Giuseppina Picone, hanno proceduto al rito della vestizione del simulacro, con pregiati paramenti che includono una spilla e una corona d’oro.

 Poi la statua lignea è stata esposta per circa tre ore davanti i locali in cui operano i membri dell’associazione per consentire ai devoti e ai fedeli di onorarlo prima di portarlo in processione per le strade di Brooklyn per raggiungere il luogo di culto in cui padre Sgroi ha officiato la solenne celebrazione eucaristica.   Finita la messa, il simulacro del Santissimo Crocifisso è stato riaccompagnato al Club dei Carinesi d’America dove si sono svolti i  tradizionali momenti ricreativi legati ai festeggiamenti del protettore della città natia, con degustazioni di specialità siciliane e intrattenimento musicale. Al sodalizio sono giunti da Carini gli auguri del sindaco Giovì Monteleone che, seppur nuovamente  invitato, per via dell’election day di ieri non ha potuto prendere parte alle celebrazioni oltreoceano.

play-sharp-fill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy