San Giuseppe Jato, al via l’estate jatina: niente fiera di bestiame a ferragosto

Incontri, proiezioni e attività per bambini. Il programma dell’Estate jatina quest’anno è affidato alle associazioni locali. Dopo due anni di restrizioni dovute al Coronavirus, il Comune propone un calendario di eventi realizzato in collaborazione con la consulta locale. Gli appuntamenti coincidono con la settimana dedicata alla patrona Maria Santissima della Provvidenza. Anche quest’anno la festa avverrà in tono minore. Per ragioni di bilancio non sono previsti giochi pirotecnici nè banda musicale. In extremis potrebbero arrivare le luminarie nel corso principale e le bancarelle. E a Ferragosto non si terrà la Mostra del bestiame. Una tradizione che risale al 1780 e che si è interrotta nel 2020, in coincidenza con il diffondersi della pandemia da Covid-19. Quest’anno il Comune a giugno aveva tentato di riorganizzarla, ma gli avvisi non hanno raccolto le adesioni sperate. A provare ad animare uno degli appuntamenti più sentiti dalla comunità jatina saranno dunque le associazioni locali. Per farlo potranno beneficiare dei 5 mila euro previste nel cosiddetto “bilancio partecipativo”. Nei giorni di festa è inoltre prevista la chiusura del traffico veicolare in via Porta Palermo e piazza Falcone e Borsellino. Il programma prevede oggi, giovedì 11 agosto, alle ore 17,00 l’inaugurazione de “L’albero della memoria” nella villetta di piazza Falcone e Borsellino. L’arbusto viene dedicato  ai cittadini jatini che si sono distinti nell’ambito delle attività culturali, sociali, politiche ed economiche. A seguire riaprirà il   Taste point a cura della Pro-loco nell’area dell’ex Casa del fanciullo dove verrà presentato il l volume fotografico “I tesori nascosti della valle dello Jato” e sarà offerta una degustazione di prodotti tipici locali. Domani, 12 agosto all’ex casa del Fanciullo, dalle 15,30 alle 19,00   “Ludus latrunculorum” un antico gioco romano organizzato dal “Gruppo archeologico Valle dello Jato”. Alle 19,30 “Cinema sutta i stiddi” a cura dell’associazione “Babbaluci: fuori dal guscio” con la presentazione del progetto, aperitivo, dibattito  e proiezione del film “La Trattativa” di Sabina Guzzanti. Interverranno gli attori Filippo Luna, Paolo Di Piazza e l’avvocato Maurizio Costanza. Sabato 13 agosto nel giardino della memoria di contrada Giambascio Laboratorio ludico “La bellezza restituita”, rivolto a bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni. Ad organizzare l’evento è il presidio Libera Valle Jato “Mario Nicosia e Giuseppe Di Matteo”. “Le attività proposte – spiegano gli organizzatori – hanno l’obiettivo di riflettere sulla reale possibilità di vivere in un territorio diverso, dove la bellezza dei luoghi non venga costantemente mortificata dall’incuria e dell’abbandono e le storie di morte possano diventare la spinta propulsiva per un progetto di rinascita”. Lunedì 15 agosto giornata interamente dedicata alle celebrazioni religiose in onore di Maria Santissima della Provvidenza, il cui venerato quadro verrà portato in processione alle 19,30.  Venerdì 19 agosto, alle 19,00 all’ex Casa del fanciullo   “Scruscio ‘nta chiazza” a cura dell’associazione “Leoni Sicani e alle 22,00 Jam session aperta ai musicisti local. Sabato 20 agosto alle 18,00, al  campo “Fiorella Villanova”:  Un taliari, joca – torneo di calcio a 5 a cura dei “Babbaluci: fuori dal guscio”. Sabato 27 agosto,  Taste point all’ex “Casa del fanciullo” con apertura alle 10 di una mostra di artisti locali dal titolo  “Isamu a vuce” ed un talk in programma alle 18,00 a cura  dell’associazione Eos. Infine, sabato 3 settembre, in via Porta Palermo : Il Tesoro della Valle a cura del “Gruppo archeologico Valle dello Jato”.

di Leandro Salvia  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy