Isola delle Femmine, cosparsi di olio i giochi di piazza XXI aprile: indagano i carabinieri

Questa mattina la mano indegna di qualcuno ha cosparso di olio motore i giochi per bambini di Piazza XXI Aprile rendendoli impraticabili ed esponendoli ad un facile incendio. Il vile gesto è stato immediatamente segnalato alle forze dell’ordine e domani il sindaco di Isola delle Femmine Orazio Nevoloso si recherà alla caserma dei carabinieri per esporre una formale denuncia.

Il fatto sembrerebbe essere successo in pieno giorno, ma nessuno degli abitanti della piazza sembra aver visto o sentito nulla. I giochi sono stati prontamente ripuliti e messi in sicurezza. 

“Domani procederemo ad una pulizia definitiva e subito dopo li restituiremo come nuovi ai legittimi proprietari ovvero le bambine e i bambini di Isola delle Femmine – dice il sindaco Orazio Nevoloso- se qualcuno ha visto o ha notizie dell’accaduto lo esorto a riferire in caserma affinché il vile gesto non rimanga impunito. Quando mi sono insediato – prosegue il primo cittadino -!ho trovato Piazza XXI Aprile abbandonata a se stessa: buia, sporca, ricoperta dalle fronde degli alberi, senza una panchina dove poter sedersi. Un luogo ideale per far attecchire degrado e degenerazione. La piazza, grazie al lavoro sinergico di assessori, consiglieri e uffici, è stata ripulita da cima a fondo, gli alberi sono stati sfrondati, sono state installate panchine colorate e infine sono stati installati i giochi per i più piccoli. Abbiamo portato luce là dove c’era il degrado. Probabilmente, – conclude il sindaco Nevoloso – questo gesto ha dato fastidio a qualche verme che nel buio aveva trovato il suo habitat naturale. Probabilmente, qualcuno pensava che bastava tirare la giacca per indurre questa amministrazione a rinunciare alla collocazione dei giochi in Piazza XXI Aprile per accontentare pochi e penalizzare tutti i bambini del nostro paese”.

Il primo cittadino di Isola delle Femmine, infine, assicura che l’Amministrazione non arretrerà di un solo passo rispetto a quanto già fatto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy