Alcamo, maltrattamenti in famiglia: divieto di avvicinamento alla madre per 23 enne

Stanca di sopportare le continue aggressioni fisiche e verbali che il figlio convivente le avrebbe riservato per anni, la donna ha trovato il coraggio di confidare al Comandante di Stazione dei carabinieri di Alcamo quello che le accadeva tra le sue mure domestiche. Il militare ha così tempestivamente avviato minuziose indagini per accertare i maltrattamenti subiti dalla madre del ragazzo.

Da qui un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa, emessa dal Tribunale di Trapani, nei confronti del 23 enne di origine partinicese ma residente ad Alcamo. Al provvedimento che gli è stato già notificato è stato correlato l’obbligo di indossare il braccialetto antistalking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy