Rifiuti, il piano settennale di raccolta a Borgetto, Capaci e Partinico

Una crescita continua della raccolta differenziata che supera la percentuale media nazionale e che ha permesso di raggiungere con un anno di anticipo gli obiettivi prefissati: è questo il trend che si registra nei sei Comuni della SRR Palermo Area Metropolitana serviti da Dusty: Belmonte Mezzagno, Borgetto, Capaci, Partinico, Santa Flavia e Ustica.
Il nuovo appalto settennale per la gestione integrata dei rifiuti, avviato dal 1° febbraio 2022, coinvolge circa 80mila utenze, domestiche e non domestiche, ed i primi risultati sembrano davvero segnare un nuovo corso per la SRR palermitana, com’è emerso dalla conferenza di presentazione che si è svolta il 13 giugno nella sede della Società e in cui sono intervenuti il presidente della SRR Natale Tubiolo l’amministratore di Dusty Rossella Pezzino de Geronimo e il direttore del cantiere Vito Di Giovanni.
Nel mese di gennaio 2022, prima dell’arrivo di Dusty, la percentuale media di raccolta differenziata si attestava sotto il 70% a Partinico e sotto il 65% negli altri 5 comuni. Oggi Partinico, Borgetto e Santa Flavia, gestiti direttamente da Dusty, registrano un crescendo continuo verso il 75% e oltre, con punte sopra il 77% come nel caso di Partinico. Anche i tre Comuni subappaltati (Belmonte Mezzagno, Capaci e Ustica) registrano evidenti miglioramenti, perché hanno superato la media del 65% avvicinandosi al raggiungimento del 70%.
«Il personale della SRR ha lavorato alacremente a questa gara – ha dichiarato il presidente Tubiolo – perché si tratta del primo affidamento avvenuto con la nuova normativa, sostituendo la gestione provvisoria delle vecchie società d’ambito che ci ha consentito anche di stabilizzare i lavoratori precari. È dunque un riferimento importante per i prossimi appalti in preparazione. Dusty sta svolgendo il servizio con efficienza e ha messo in campo diverse migliorie, e ciò ci porta a considerare la raccolta differenziata come un punto di partenza, non di arrivo, verso il raggiungimento degli obiettivi che ci chiede l’Europa: la riduzione dei rifiuti e l’incremento dell’economia circolare. Nelle prossime settimane lavoreremo insieme ai Comuni e Dusty – continua Tubiolo – per contrastare il fenomeno degli abbandoni dei rifiuti acquistando attrezzature dedicate, attingendo ai finanziamenti del MITE attribuiti alla SRR Palermo. Altro aspetto che attenzioneremo è la realizzazione di impianti dedicati alla raccolta differenziata cercando in questo modo di coniugare l’incremento delle percentuali di raccolta con la riduzione della Tari per i cittadini».
«L’esito di questi primi cinque mesi d’attività dimostra come la cittadinanza abbia risposto in maniera corretta al sistema di sostenibilità ambientale implementato da Dusty – ha dichiarato l’amministratore Rossella Pezzino de Geronimo – Dusty combatte per un mondo migliore ed ha stabilito un patto virtuoso “a tre” con le Amministrazioni comunali e i cittadini per rendere la raccolta differenziata una sfida in cui credere. La Sicilia può salvarsi dal vuoto impiantistico e dalle continue emergenze soltanto incrementando la separazione corretta dei rifiuti e riducendo al minimo il rifiuto indifferenziato da portare in discarica. Facciamo appello alle Amministrazioni comunali di predisporre un maggiore e costante controllo del territorio per contrastare il continuo ed intollerabile fenomeno delle discariche abusive. Una lotta più incisiva ai “ladri di bellezza” che abbandonano i rifiuti lungo le strade provinciali e comunali consentirà di raggiungere risultati ancora più positivi per il decoro urbano e dunque per la collettività».».   Il direttore dell’Unità territoriale di Dusty Vito Di Giovanni ha sottolineato il funzionamento a pieno regime degli Eco Punti (quello di Partinico rappresenta un’eccellenza), l’ottimo riscontro sul ritiro gratuito a domicilio degli ingombranti, la grande partecipazione delle scolaresche alle attività “Dusty Educational”, la raccolta del vetro settimanale e non quindicinale come previsto nel capitolato, nonché l’attivazione dei numeri verdi d’assistenza, delle pagine Facebook e dei siti web dedicati ai singoli Comuni. Il direttore ha poi illustrato le iniziative in programma nei prossimi mesi come la donazione di mille compostiere ai Comuni, accompagnata dal corso di compostaggio domestico e la realizzazione di eventi di sensibilizzazione, con la presentazione di un progetto specifico per la “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy