Carini, si è spento l’illustre prof. Guido Gambino: aveva 75 anni

Carini perde uno dei suoi figli migliori. Si è spento in un letto d’ospedale il Prof. Guido Gambino, già docente e dirigente scolastico oltre che attivista politico con esperienze amministrative e consiliari. 

Nato il 27 marzo del 1947, Guido Gambino aveva da poco compiuto 75 anni. A stroncare la sua vita un terribile cancro ai polmoni. Lascia la moglie Anna e i figli Alessandro, Livio e Fulvia. In città era conosciuto e apprezzato da tutti.

Appassionato alla politica ha educato alla partecipazione civile e ha lasciato un patrimonio di valori a tanti giovani che hanno seguito i suoi insegnamenti. Guido Gambino comincio’ la sua carriera politica nel 1975 sia come dirigente che come Consigliere Comunale del Pci prima e, della corrente di sinistra della Dc dopo, fondando nello stesso periodo il giornale Bianco e Nero. Ha anche ricoperto la carica di assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura. Dal 2000 al 2005 è stato Consigliere Comunale di opposizione dell’allora giunta La Fata. Nel 2010 tento’, con una coalizione di centro sinistra,  di  diventate sindaco di Carini ma allo spoglio venne battuto da Pino Agrusa. Ha insegnato per tanti anni in scuole superiori di Palermo e provincia. Per due decenni è stato docente del Liceo Ugo Mursia e poi preside dello stesso istituto, dopo esperienze come dirigente scolastico nel locale circolo didattico Giovanni Falcone e al Liceo Regina Margherita di Palermo. Letterato storicista e grande intellettuale, amante della vita e dei suoi piaceri, ha fatto dell’impegno culturale e politico una sua missione, formando intere generazioni di studenti. La sua dipartita ha particolarmente scosso il sindaco di Carini Giovi Monteleone, di cui era amico fraterno avendo condiviso ideologie e battaglie politiche nell’interesse della comunità sin dagli anni 70. Gambino era molto attivo anche nel mondo dell’associazionismo. Una persona per bene e galantuomo – sostiene l’associazione culturale ‘Nuove Idee’ – di elevato spessore culturale, espressione maggiore di quella borghesia delle professioni non affarista che a Carini è stata sempre una piccolissima minoranza morale. Per levatura ed impegno, la sua figura, appartiene a pieno titolo a quel filone di studiosi laici e socialisti che, nella storia di Carini, hanno avuto una presenza non meno significativa, anche se oscurata, di quella degli studiosi di formazione cattolica”.

“Per me Guido Gambino è stato un grande punto di riferimento – dice il sindaco Giovi Monteleone- perdo un amico fraterno con cui mi confrontavo quasi quotidianamente. La sua morte lascia in me un vuoto incolmabile ed in questo momento di profondo dolore per me, non posso che stringermi alla sua famiglia, alla moglie, ai suoi tre figli e ai fratelli Pippo ed Aldo Gambino”. In tanti sui social da ieri sera esprimono messaggi di cordoglio alla famiglia, ma soprattutto ricordano Guido Gambino con grande stima. Come nel caso del commerciante Giuseppe Mignano che scrive “come sia stato un privilegio averlo avuto  come insegnante” ringraziandolo per averlo sempre incoraggiato nella sue passioni.. scrivere poesie, una su tutte.

“Carini  -scrive – perde un esempio di onestà intellettuale, un punto di riferimento per tanti giovani, un faro di cultura in mezzo a tanto qualunquismo”.

I suoi funerali si terranno martedì 19 aprile, nella Chiesa Maria Santissima del Rosario alle ore 16,00. La nostra redazione si unisce al dolore della sua famiglia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture