Alcamo, imprenditore nei guai per frode sulle e-bike

Finisce nei guai un imprenditore alcamese per una truffa ai danni dell’Unione europea sulle biciclette elettriche provenienti dalla Cina. L’Agenzia delle Dogane e Monopoli ha disposto il sequestro di 132 mila euro nei confronti di Antonino Lo Serro, rappresentante legale della Mondo Ecologico srl, con sede il corso dei mille ad Alcamo. Sull’imprenditore – come scrive oggi il giornale di Sicilia –  pende l’accusa di contrabbando aggravato e sottrazione al pagamento dei diritti di confine sull’importazione di biciclette elettriche provenienti dalla Cina, per un importo complessivo di 200 mila 397 euro, attraverso la redazione e l’utilizzazione di dichiarazioni doganali false sul luogo di provenienza delle merci e sul dazio da applicare. I diritti evasi ammonterebbero a 132 mila 302 euro. L’inchiesta a carico di Lo Serro rientra nell’ambito di una  più ampia attività di accertamento sollecitata dall’Unione europea e avviata dall’Agenzia europea che contrasta le frodi al bilancio dell’Unione europea, dopo l’inchiesta antidumping   sulle importazioni di biciclette a pedalata assistita originarie della Repubblica Popolare cinese. Secondo gli inquirenti Lo Serro, per aggirare la normativa antidumping e i dazi relativi, avrebbe dichiarato che le e-bike da lui rivendute provenissero dalla Malesia mentre erano state importate dalla Cina

foto di repertorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy