Partinico, Giuseppe Bonomo soldato disperso in Russia: ricordato con una messa (Video)

A cento anni dalla nascita, ricordata con una messa la figura di Giuseppe Bonomo, disperso in Russia durante la Seconda guerra mondiale. Una vecchia foto in divisa è quel che resta di questo giovane partinicese. Ieri è stata celebrata una messa in sua memoria al Santuario diocesano della Beata Pina Suriano, presieduta da mons. Antonio Dolce. Giuseppe Bonomo aveva 18 anni quando partì al fronte con l’Esercito italiano. Fu arruolato come aiutante sanitario e assegnato alla Divisione Alpina cuneense, che fu poi denominata “Divisione martire” per le ingenti perdite umane subite. Giuseppe non fece più ritorno a casa, lasciando in un lungo tormento i genitori e il fratello. Il suo ricordo, però, occupa da sempre un posto nella memoria nei familiari e parenti. La Divisione operò dal luglio 1942 in diversi territori russi e subì più volte l’attacco nemico. Giuseppe prestò servizio negli ospedali da campo nelle retrovie come infermiere e prestò soccorso ai feriti. La controffensiva sovietica costrinsero il Corpo d’armata italiano alla ritirata. Fu in uno di questi spostamenti che Giuseppe Bonomo trovò la morte. Se incerto è il luogo della morte, certa è invece la data: 18  gennaio 1943. Avrebbe compiuto 21 anni due giorni dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture