Monreale, si fingeva ginecologo: ai domiciliari per violenza sessuale aggravata – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Monreale, si fingeva ginecologo: ai domiciliari per violenza sessuale aggravata

Si fingeva ginecologo e abusava delle proprie pazienti. I Carabinieri della Compagnia di Monreale hanno messo le manette ai polsi di un medico specializzato in allergologia che operava in ambulatori privati tra Palermo, Messina e Giarre.  Il 60enne è accusato di violenza sessuale aggravata commessa nel corso di almeno 12 visite specialistiche effettuate su pazienti di sesso femminile.

Le indagini, eseguite fra maggio e luglio scorsi dai militari e coordinate dalla Procura di Palermo, hanno tratto origine dalla denuncia sporta da una paziente, vittima di abusi da parte dell’indagato, il quale, approfittando della visita allergologica e con la scusa di ulteriori necessità diagnostiche rispetto alla consulenza medica richiesta, avrebbe costretto la donna a denudarsi e a subire palpeggiamenti in zone intime. Un’altra paziente ha, successivamente, confermato di essere stata anche lei vittima di analoghi comportamenti. I successivi accertamenti dei Carabinieri di Monreale hanno messo in luce la condotta sistematica del medico, consistente in palpeggiamenti delle zone intime, messi in atto solo nel corso di visite a pazienti giovani o piacenti, tutte fra i 20 e i 45 anni. Il medico utilizzava la scusa di doverle sottoporre ad approfonditi controlli di natura ginecologica e senologica, ambiti medici sui quali l’indagato millantava di possedere competenze specialistiche in realtà mai conseguite. Il quadro indiziario delineatosi a carico del medico, nonché l’abitualità della condotta contestata, hanno indotto il G.I.P. di Palermo ad applicare la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Le visite oggetto d’indagine sono, allo stato attuale 12 e, le pazienti che hanno subito abusi da parte del medico sono in corso di esatta identificazione ed escussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.