“La Carini che vorrei”, Geo&Geo in città per documentario su “U strattu” (Video)

“U strattu”, ovvero estratto di pomodoro, è uno dei prodotti per eccellenza della tradizione estiva gastronomica siciliana. Si tratta di concentrato di pomodoro essicato per ore ed ore al sole su tavole di legno chiamate “scannatura”.U strattu è la conserva siciliana per eccellenza, fatta ancora con il metodo antico tramandato da secoli da famiglia in famiglia, così come Giusy Musso, ideatrice del progetto “La Carini che Vorrei” sta preparando in questi giorni, coinvolgendo vicini, dai più grandi ai più piccoli e richiamando l’attenzione della produzione televisiva della Rai Geo & Geo che su questa ricetta, su quella dei fichi secchi e del miele di fichi realizzato a Carini sta girando un documentario.

“La Carini che Vorrei” prende sempre più forma e vita. Il progetto volto al recupero del centro storico e delle antiche tradizioni ha contagiato tutti i residenti di via Roma e di Corso Garibaldi che, muniti di scope e ramazze, nelle ultime settimane sono scesi in strada per prendersi cura delle aree esterne in cui vivono, restituendo pulizia e decoro ad alcuni scorci che per anni sono rimasti in balia del totale degrado. Un’opera di rigenerazione urbana, partita dal basso che ha interessato pure la Chiesa di San Rocco. Al lavoro pure un artista del rione Pistone, il pittore Giuseppe De Simone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture