Forestali, domani manifestazione pro ddl 1009 anti precariato – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Forestali, domani manifestazione pro ddl 1009 anti precariato

Manifestazione sindacale del settore forestale, domani, davanti Palazzo dei Normanni. Ad organizzarla il sindacato Sifus che spinge l’approvazione del disegno di legge 1009 pro tempo indeterminato sottoscritto da  ben 9 deputati regionali di maggioranza ed opposizione :  Galvagno, Figuccia, Lo Giudice, Barbagallo, Fava, Tamayo, Cannata, Amata, Ragusa.

La manifestazione si propone l’obiettivo di stimolare la classe parlamentare ad accelerare i tempi di approvazione di tale ddl  che si pone in netta contrapposizione a quello   presentato dal Governo Musumeci.

Infatti, mentre il ddl 1009 si pone l’obiettivo strategico di fare sistema tra territorio, patrimonio boschivo, ambiente, turismo e lavoro in maniera da far approdare al tempo indeterminato  tutti i forestali, la proposta  del Governo Musumeci – per il SIfus –  rappresenta una “sparata pre elettorale” che boccia definitivamente il tempo indeterminato ed il turnover ed aumenta, entro 4 anni, una manciata di giornate ai forestali che da oltre 30 anni sono precari.

I forestali intendono dare un segnale forte, chiaro, preciso e determinato al Parlamento Siciliano – ha dichiarato Maurizio Grosso Segretario Generale del SIFUS – poiché il nostro ddl 1009 rappresenta l’ultimo treno per il superamento della loro condizioni di precari storici. La proposta di legge del Governo Musumeci – ha continuato Grosso – è un palliativo che serve, in sintonia con le sceneggiate tragicomiche dei sindacati confederali,  per frenare il raggiungimento del tempo indeterminato storicamente voluto dal SiFUS. Chi non sostiene il ddl 1009 – ha concluso Grosso – rischia di assumersi la responsabilità di lasciare tutto com’è, fermo restando che, oramai, spesso e volentieri Davide batte Golia.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.