Castellammare del Golfo, aggiudicato bando progettazione collegamento pedonale – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Castellammare del Golfo, aggiudicato bando progettazione collegamento pedonale

Aggiudicato il bando per il concorso di idee per la progettazione del collegamento pedonale tra il piazzale del castello dal lato mare, la cala Petrolo e la spiaggia Playa. Tre proposte pervenute ammesse la procedura aperta è andata a buon fine dopo un primo bando in cui i professionisti partecipanti erano stati tutti esclusi dall’apposita commissione composta da esperti rappresentanti degli ordini tecnici di ingegneri, architetti e di Enti quali la Regione, Soprintendenza ai beni culturali, capitaneria di porto, docenti universitari ed esperti.

Presieduta dall’ingegnere Luigi Martino, dirigente del settore Lavori pubblici dell’ufficio tecnico, la commissione ha valutato le proposte pervenute al Comune nei plichi sigillati e dopo attenta analisi ha decretato vincitore, l’architetto Sergio Romeo, al quale sarà affidata la progettazione del primo stralcio di lavori che riguarda il collegamento fino a cala Petrolo. Nel bando era previsto un premio di duemila euro ed uno di mille euro per il secondo e terzo classificato ma la commissione non ha assegnato i premi poiché gli altri progetti presentati non hanno raggiunto il punteggio di valutazione minimo richiesto dal bando. Stessa procedura era già stata predisposta a settembre ma i partecipanti erano stati tutti esclusi per varie motivazioni. Quindi il bando è stato riproposto e adesso è stato aggiudicato dall’esigente commissione di valutazione.  

«Siamo soddisfatti dell’assegnazione dell’importante bando di progettazione  -spiega il sindaco Nicolò Rizzo- che riqualificherà un punto panoramico e storico che valorizziamo maggiormente. La progettazione del bando riguarda il collegamento fino alla spiaggia Playa ma la somma a disposizione al momento ci consente di realizzare il collegamento dal piazzale del castello a mare fino a cala Petrolo. La nostra disponibilità economica deriva dall’aver chiesto ed ottenuto dal Genio Civile di Trapani e dall’assessorato regionale Infrastrutture, di utilizzare circa 200 mila euro accantonati nel secondo stralcio di lavori al porto per opere non realizzate (ad esempio il ritrovamento della cosiddetta “vasca regina”). In procinto di far realizzare questo collegamento lavoriamo anche per il successivo secondo tratto pedonale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.