Carini, oggi i funerali del 16enne Antonio Randazzo al Sacro Cuore – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Carini, oggi i funerali del 16enne Antonio Randazzo al Sacro Cuore

Saranno celebrati oggi, nella Chiesa del Sacro Cuore di piano Agliastrelli, i funerali di Antonio Randazzo, il 16enne che nella notte tra martedì’ e ieri è rimasto vittima di un tragico incidente stradale avvenuto lungo la strada statale 113, nei pressi del Bivio Foresta. Sarà l’Arciprete Don Giacomo Sgroi, a celebrare le esequie. A distanza di pochi giorni dall’ultimo saluto dato al piccolo Gabriele Conigliaro, la comunità di Carini si ritrova a piangere un’altra vita spezzata troppo presto in circostanze drammatiche. Antonio Randazzo, poco dopo la mezzanotte di martedì scorso, viaggiava a bordo dell’auto a gpl guidata dal fratello 24enne che, per cause ancora in fase di accertamento, è andata a fuoco dopo essersi schiantata contro  un muretto di recinzione di un’abitazione privata. Il fratello maggiore di Antonio, alla guida della Lancia Y, sarebbe riuscito ad uscire dall’auto e a liberare il fratello dalle lamiere in cui era rimato intrappolato. Un giovane studente alla facoltà di medicina che vive nei pressi del luogo dell’incidente gli avrebbe prestato i primi soccorsi in attesa dell’arrivo dell’ambulanza  ma per Antonio, che avrebbe tentato di rianimare,  non ci sarebbe stato più nulla da fare, mentre il fratello, le cui condizioni sono attualmente stabili, è stato trasportato con un mezzo del 118 all’ospedale villa Sofia di Palermo dove si trova ricoverato con prognosi riservata. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento volontario di Carini per domare le fiamme che avvolgevano l’utilitaria andata distrutta e i carabinieri della locale compagnia che, stanno seguendo le indagini per riuscire a ricostruire la dinamica esatta del tragico incidente; l’ennesimo che ha scosso l’intera comunità nel giro di pochisssimi giorni.  Solo giovedì scorso, il 12enne  Gabriele Conigliaro, ha perso la vita al parco urbano Croce Sofia, finendo schiacciato dalla porta del campo di calcio su cui si era appeso mentre giocava a pallone.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.