Carini, 100 lavoratori ex Auchan assorbiti da Ipermercato Decò – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Carini, 100 lavoratori ex Auchan assorbiti da Ipermercato Decò

Apre domani l’ipermercato Decò al centro commerciale Poseidon di Carini nei locali dell’ex Auchan. Una cessione che ha interessato circa cento lavoratori  “Siamo orgogliosi di questo risultato – dice Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia – i lavoratori sono stati tutti assorbiti nonostante la riduzione delle superfici di vendita, per altro mantenendo lo stesso contratto e le stesse condizioni economiche e normative. Questo è certamente un segnale di grande attenzione ai dipendenti da parte dell’azienda che ringraziamo per il confronto proficuo. I trasferimenti avverranno tutti su base volontaria e già sono pervenute diverse richieste per Palermo, motivo per cui la situazione al momento è sotto controllo e rappresenta un ottimo risultato per tantissime famiglie che sono riuscite a salvaguardare il posto di lavoro in questo difficile periodo di crisi. Certamente a fronte di questo successo di cui andiamo fieri – prosegue Flauto – ci sono ancora altre vertenze in corso che ci preoccupano e su cui continuiamo a lavorare con grande attenzione. Penso a Coop, dove i circa 900 lavoratori sono in una fase di grande confusione e paura, l’incontro dei giorni scorsi per la cessione dei 12 punti vendita in Sicilia a gestione diretta è slittata e attendiamo ancora di capire le intenzioni del nuovo acquirente. Altra situazione incerta è quella della vertenza Auchan-Conad che, dopo la  cessione a Pianeta Cospea Conad, da mesi si attendono le procedure di cessione delle superfici rimanenti Palermo Fondo Raffo, a Catania e a Melilli. La vertenza – spiega la Uiltucs – è monitorata dal ministero del Lavoro e interessa circa cento lavoratori su cui si attendeva un incontro entro giugno ma sembra calato il silenzio, e questo è inaccettabile. Ci auguriamo che entro luglio si possa fare luce su queste vertenze altrimenti non si possono escludere situazioni di conflitto che saranno inevitabili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.